cerca CERCA
Giovedì 07 Luglio 2022
Aggiornato: 21:24
Temi caldi

Spending review: Silp-Cgil, con tagli calano standard operativi forze ordine

23 marzo 2014 | 13.32
LETTURA: 2 minuti

''La relazione dei vertici delle forze dell'ordine a Palazzo Chigi, in merito al piano di spending review, di cui parla oggi il Corriere della Sera conferma quanto sostenuto, da sempre, dal Silp-Cgil che vede negli ulteriori tagli lineari sui capitoli di bilancio, peraltro già sofferenti, un preoccupante abbassamento degli standard operativi delle forze dell'ordine". E' il segretario generale del sindacato di polizia, Daniele Tissone, a sottolineare, in una nota che ''è venuto il momento di valorizzare, una volta per tutte, le donne e gli uomini in divisa" riconoscendone il lavoro con il conseguente sblocco degli automatismi e dei contratti che, a causa della prosecuzione dei tagli "riduce di circa 200 euro la retribuzione media mensile per singolo operatore".

A giudizio di Tissone ''l'ipotesi di una unificazione delle due polizie a competenza generale non può essere rigettata aprioristicamente in quanto, a fronte di identici compiti e funzioni, la cosa più logica da fare, anche in un'ottica di riduzione della spesa nel bilancio dello Stato e' quella di unificarne i servizi a cominciare dalle sale operative che, ad oggi, allungano i tempi di attesa dei cittadini solo perché non si riesce ad accorpare - logisticamente - tutti gli operatori sotto un unico numero di pronto intervento".

"Unire le forze" per Tissone, è sinonimo di ''una più efficace azione di contrasto e di lotta alla criminalità in un paese che deve affrontare, da sempre, gli aspetti connessi con le molteplici infiltrazioni mafiose".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza