cerca CERCA
Mercoledì 20 Ottobre 2021
Aggiornato: 04:45
Temi caldi

Speranza: "Sogno di tornare allo stadio ma non è il momento"

24 settembre 2020 | 16.59
LETTURA: 1 minuti

Il ministro della Salute: "Serve cautela, da papà eviterei di portarci ora mia figlio"

alternate text
(Fotogramma)

"La scuola è una priorità assoluta. Non credo, lo dico con tutto il rispetto e da grande tifoso, che gli stadi abbiano la stessa priorità. Anch'io sono un appassionato di calcio e vorrei riportare mio figlio allo stadio dove siamo abbonati, in tribuna Tevere per seguire la Roma, ma voglio prima di tutto che mio figlio vada a scuola, che possa incontrare i suoi compagni e gioire dei momenti di socializzazione che la scuola offre. Allora, ristabiliamo un ordine: in questo momento la priorità assoluta è la scuola". Lo ha dichiarato il ministro della Salute, Roberto Speranza, ai microfoni di Rai Radio2. Il ministro è intervenuto nel programma 'Non è un paese per giovani', sottolineando che "serve tempo per capire la reazione che c’è stata nel Paese da un punto di vista epidemiologico con la riapertura. La misureremo, e poi valuteremo passo dopo passo".

"Non porterei mio figlio di 7 anni allo stadio - ha aggiunto - perché credo ci sia bisogno di cautela. Da papà in questo momento mi sento di evitarlo, aspetterei".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza