cerca CERCA
Lunedì 04 Luglio 2022
Aggiornato: 02:01
Temi caldi

Spi Cgil, anticipo pensione a lavoratori licenziati non è novità

03 settembre 2014 | 14.11
LETTURA: 2 minuti

Cantone, ipotesi già circolata, aspettiamo di vedere il testo.

alternate text
Carla Cantone, segretario generale Spi Cgil

"Non è una novità mi sembra che sia un'ipotesi che è già venuta fuori all'epoca del governo Monti. Detta così sembra semplicemente che il disoccupato si autofinanzia". Così il segretario generale dello Spi Cgil, Carla Cantone, con Labitalia, l'ipotesi, allo studio del ministro del Lavoro Giuliano Poletti, del prestito pensionistico a se stessi per i lavoratori delle aziende in crisi che, se licenziati a 3-4 anni dalla pensione, potrebbero intanto prenderne una parte da restituire poi al momento del conseguimento dell'assegno pensionistico, in piccole rate.

"Comunque è già la seconda o terza ipotesi che sta circolando -conclude- aspettiamo di vedere un testo prima di giudicare".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza