Cerca
Home . Sport .

Stadio Roma, il progetto avanza e il 15 giugno dossier definitivo al Comune con Pallotta

Pannes, siamo in linea con le tempistiche schedulate

SPORT
Stadio Roma, il progetto avanza e il 15 giugno dossier definitivo al Comune con Pallotta

Master Plan, Business Park e urbanizzazione sono stati i tre temi principali, per quanto riguarda lo Stadio della Roma, su cui è stato dato un aggiornamento da parte dei rappresentanti di A.S. Roma SPV, LLC e di Eurnova, insieme ai partner del progetto Parsitalia Real Estate, Lend Lease, Libeskind e Land (Landscape Architecture Nature Development). Il team di esperti internazionali e nazionali che sono al lavoro sul progetto hanno spiegato quali soluzioni sono state pensate e ideate per contribuire a rigenerare il sito di Tor di Valle dove sorgerà il nuovo impianto della Roma, grazie ad un miglioramento significativo dell’area urbana in termini di infrastrutture, trasporti, sostenibilità e spazi verdi, per farlo diventare "il futuro epicentro della nuova cultura dello sport, del business e dell'intrattenimento a Roma".


Ora il prossimo appuntamento è quello fissato per il 15 giugno quando il dossier definitivo sul 'master site' del nuovo stadio della Roma sarà presentato al Comune di Roma e per l'occasione è atteso nella Capitale anche il presidente giallorosso James Pallotta: L'intenzione è quella di trasformare l'incontro in "un evento spettacolare". "I progressi fatti sull’intero progetto sono stati rapidi, di altissima qualità e rispondono ai parametri indicati dalla delibera. Siamo in linea con le tempistiche schedulate per consegnare, il prossimo 15 giugno, il dossier finale contenente tutti gli elementi del master site -ha commentato Mark Pannes, Ceo di Stadio della Roma-. Teniamo a sottolineare che la velocità con la quale stiamo avanzando in questo progetto è frutto dell’eccezionale collaborazione con il Comune di Roma".

Anche Luca Parnasi, Ceo di Euronova, ha sottolineato: "Crediamo che Stadio della Roma sarà un grande successo per la città e il Master Site diventerà il distretto di Roma con la più importante connessione in termini di trasporti pubblici, apportando enormi benefici anche alle aree limitrofe grazie ad accessi multipli per fan e visitatori, incluso un ponte pedonale, un ponte stradale, la Metro B e le linee Roma-Lido e Roma-Fiumicino".

Confermata quindi la data del 15 giugno per la presentazione del dossier completo al Comune di Roma, con la volontà di iniziare i lavori nel 2015 e completare lo stadio nel 2017, per poter giocare la prima partita all'inizio del 2018, quando saranno completate oltre allo stadio anche la 'nuova Trigoria', e tutta la parte del Convivium dedicata al commercio e all'entertainment e il Business Park.

Molto importanti saranno gli interventi di recupero della zona ad ogni livello. L'area di circa 105 ettari, per la metà sarà dedicata ad aree verdi, con oltre 50 ettari, il 15% a parcheggio a raso, il 10% a infrastrutture stradali, lo spazio rimanente al resto dello sviluppo con parcheggi a due piani principali fuori terra, percorsi pedonali, ciclabili e zone per l'utilizzo del car sharing e del bike sharing. La zona del Business Park prevede, invece, tre torri di circa 200 metri, con 15-16 edifici bassi dai 5 agli 8 piani e una piazza centrale. Rilevanti anche gli investimenti in infrastrutture con 330 milioni di euro da impiegare, con la via Ostiense che sarà fortemente riconfigurata fino alle rampe del raccordo, unificandola con la via del Mare.

Sono già stati creati i modelli per far arrivare le persone allo stadio e farle defluire rapidamente secondo gli standard richiesti dalla Uefa. Con forti interventi non solo per coloro che arriveranno in macchina, ma anche per chi arriverà con i mezzi pubblici. Un Ponte pedonale partirà dalla stazione Magliana, sopra la quale verrà costruita una piazza urbana di circa 2000 metri quadrati. Attraversando 300 metri di ponte e percorrendo altri 800 metri si arriverà direttamente allo stadio. Percorso ancora più breve dalla stazione di Tor di Valle, dove sarà predisposta una piazza urbana di circa 6000 metri quadrati con un ponte pedonale a oltre 7 metri che consentirà, dopo 500 metri, di arrivare allo stadio.

Discorso a parte per il 'Convivium', una zona che sarà articolata in diverse piccole piazze che afferiscono a quella principale con una geometria simile a Piazza del Campidoglio, ma un po' più grande, con un anfiteatro naturale che potrà anche essere usato per eventi. Nella zona commerciale saranno ospitati 80-90 piccole unità commerciali con una scelta ampia e variegata tra ristorazione, cinema, bowling e una zona importante dove nascerà lo store della Nike, sponsor tecnico della Roma. Stretto riserbo sul possibile sponsor che darà il nome allo stadio con trattative in corso molto complesse con grandi marchi internazionali, e allo studio anche l'accoppiata sponsor maglia e stadio.

I numeri sono da grandissimo progetto, con 55 milioni di euro investiti per arrivare alla posa della prima pietra, e oltre 30 milioni già spesi fino ad ora. Ben 400 milioni di investimento, 4750 posti di lavoro durante la costruzione, e investimenti complessivi che arriveranno a 1,5 miliardi. Solo il Business Park impiegherà 1000 persone e si prospetta che oltre 20mila persone ci andranno a lavorare. Il Convivium creerà altri 1000 posti di lavoro, lo stadio 2500, oltre a altri 300 per sicurezza e trasporti. Un progetto, sostenibile e con 6-7 aziende in trattative molto avanzate per portare gli uffici in questa nuova sede.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.