Cerca
Home . Sport .

Pallotta: "Nel derby la Roma migliore, ora continuare così"

SPORT
Pallotta: Nel derby la Roma migliore, ora continuare così

Il presidente della Roma, James Pallotta (Foto Infophoto)

"Il derby è la nostra migliore partita della stagione, dobbiamo continuare su questa strada". James Pallotta si gode il momento magico della Roma, che domenica ha sconfitto la Lazio per 2-0 nel derby di campionato all'Olimpico. "È stato un grande weekend, la squadra è in gran forma", dice il presidente del club giallorosso, che ai microfoni di Roma Radio torna anche sulla sconfitta subita contro l'Inter in una gara che definisce "dominata" dalla formazione giallorossa. "Garcia sta lavorando bene, lui e il suo staff stanno facendo il meglio per la squadra. Tutto sta andando per il meglio, c'è solo qualche preoccupazione per alcuni infortunati -spiega-. Ma credo che Salah tornerà presto".


Pallotta chiarisce poi il senso di una sua battuta dopo la vittoria nel derby ("E la curva dove sta?"): "Quello che è emerso non è assolutamente quello che ho detto, senz'altro non era quello lo spirito con cui ho fatto quelle affermazioni, stavo semplicemente scherzando. Anzi, qualcuno mi ha inviato il video dei tifosi fuori dall'hotel prima della partita. Ho trovato bellissimo che questi tifosi, nonostante i loro problemi e la loro protesta, abbiano avuto la voglia di recarsi lì per sostenere la squadra".

"Assolutamente non posso essere contro i nostri stessi tifosi -evidenzia-. Anzi, stiamo lavorando alacremente per trovare una soluzione a questo problema. La prossima settimana sono già in calendario degli incontri con il prefetto. I nostri tifosi ci mancano, abbiamo un bel gruppo e una bella squadra, le cose stanno andando bene ma non è la stessa cosa senza di loro. Speriamo che questa soluzione sia davvero vicina". Pallotta ribadisce di non essere "contro i veri tifosi, mentre avrò sempre dei problemi contro quelle persone, non li chiamo tifosi, che nuocciono alla squadra, quelle persone che denigrano e infangano i nostri giocatori, che magari li chiamano sotto la curva per insultarli. Lì non ci stiamo ma non c'è dubbio che il 99,9% dei tifosi siano fantastici".

Il n.1 del club giallorosso non potrà incontrare personalmente il prefetto la prossima settimana: "Purtroppo sono qui bloccato a Boston, avevo in programma un viaggio in Italia tra Roma e Milano per una dozzina di giorni ma il processo dello stadio è talmente complesso che il modo più agevole per continuare i lavori è stare qui. Probabilmente verrò a Roma la seconda settimana di dicembre, più a lungo invece in primavera quando ormai il processo dovrebbe essere avviato e sistemato".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.