Cerca
Home . Sport .

Studio, con nuovo stadio della Roma +1,5% Pil e crescita dell'occupazione

SPORT
Studio, con nuovo stadio della Roma +1,5% Pil e crescita dell'occupazione

Progetto stadio della Roma

Un aumento del Pil provinciale di circa l'1,5% all’anno, e di media di 18,5 miliardi di euro in 9 anni rispetto a quello previsto in assenza del progetto, riduzione del tasso di disoccupazione della provincia di Roma dello 0,8%, interventi per il verde pubblico, la mobilità, la sicurezza e la salvaguardia idraulica di molti quartieri della Capitale oltre a un indotto che genererebbe gli stessi effetti del Giubileo della Misericordia ogni 2 mesi e mezzo. Sono questi i risultati dello Studio sull’impatto economico e sociale dell’Università La Sapienza sul progetto Stadio della Roma Tor di Valle presentato oggi presso l’Acquario romano, sede dell’ordine degli architetti di Roma.


Secondo la ricerca svolta dalla Facoltà di Economia, l’investimento di circa 1,6 miliardi di euro finanziati interamente dai privati in un arco temporale di 6 anni genererà un significativo incremento del Pil della provincia pari a 5,7 miliardi di euro in 3 anni, 12,5 miliardi dopo 6 anni, 18,5 dopo 9 anni rispetto a quanto si avrebbe in assenza dell’intervento. L’incremento stimato sarà dunque di circa l’1,5% nell’arco di 9 anni dal 2017 al 2026.

Per quanto riguarda l’occupazione, saranno direttamente impiegati nell’area circa 5500 unità, durante la costruzione dell’impianto i lavori del comparto edilizio vedrà impegnate 1500 persone e, una volta a regime, gli impiegati degli altri comparti saranno 4mila. Saranno invece 15-20mila le persone che svolgeranno la propria attività nel Business Park.

"Questo servizio che l’Università rende al territorio è la terza missione dell’università insieme a didattica e ricerca: fornire le nostre conoscenze per favorire scelte e decisioni da parte di istituzioni e imprese. Il progetto Stadio della è una delle iniziative di rigenerazione urbana più ambizioso che la Capitale e l’Italia abbia visto negli ultimi anni", spiega il preside della Facoltà di Economia, Giuseppe Ciccarone, durante il suo intervento.

Per quanto riguarda la fiscalità, lo studio indica un incremento annuale medio delle entrate garantite pari a 142 milioni con entrate cumulate che ammonteranno a 1,4 miliardi alla fine del 2026. Dal punto di vista sociale lo Stadio della Roma, progetto attualmente in esame nella Conferenza dei servizi regionale, creerà uno dei polmoni verdi più importanti della città con una piantumazione di oltre 10mila alberi in un’area complessiva di 62 ettari, più del 30% della superficie interessata.

Per la mobilità è previsto un investimento di 170 milioni in favore della viabilità privata e 211 per la mobilità sostenibile per un investimento totale in infrastrutture pubbliche di 440 milioni. Non verrà infine trascurato il tema idraulico che non riguarda l’area dello stadio, sarà riqualificato il Fosso di Vallerano.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.