Home . Sport .

Spalletti avverte la Roma: "Il Villarreal? Ricordiamoci di Deportivo-Milan..."

SPORT
Spalletti avverte la Roma: Il Villarreal? Ricordiamoci di Deportivo-Milan...

Il tecnico della Roma, Luciano Spalletti (foto AFP)

"La partita di domani contro il Villarreal può essere difficile se non siamo all'altezza della situazione. Mi sembra ci sia una presa di coscienza superiore, ma la storia del calcio dice che ci sono anche risultati clamorosi come quello di Deportivo-Milan". Luciano Spalletti rievoca uno dei peggiori incubi rossoneri alla vigilia del ritorno dei sedicesimi di Europa League contro il 'sottomarino giallo'.


All'andata in Spagna la Roma si è imposta con un eloquente 4-0, lo stesso risultato con cui il Deportivo eliminò il Milan 13 anni fa dopo aver perso il primo round per 4-1. Non a caso, il tecnico dribbla anche i discorsi sulla Roma favorita per la vittoria finale in Europa League insieme al Manchester United. "Io non so quale strada faremo e cosa troveremo davanti a noi, ma so per certo che dalla nostra testa non uscirà nessun pensiero diverso dal rivivere serate importanti".

"Vedere i nostri tifosi gioire dopo la partita dell'andata è stata una pagina molto bella -prosegue- e mi auguro che i loro tifosi abbiano a Roma la stessa accoglienza che c'è stata nei nostri confronti. Noi dobbiamo vincere più partite possibili e anche domani non si gestisce niente, si va per vincere la partita. Deve essere una abitudine, una costante. Poi non so dove arriveremo in Europa".

Parlando della formazione, Spalletti conferma che farà un turnover ragionato: fuori Dzeko e Salah, mentre "Totti giocherà". Poi, su Gerson: "Lui si è impegnato, fa vedere che ha delle qualità ma l'ho fatto giocare poco. Devo valutare, il suo è un discorso più ampio e non posso garantire che parta dall'inizio".

Nessun commento, infine, sul nervosismo delle ultime settimane in casa Juve: "Il litigio Allegri-Bonucci? Non ho elementi per giudicare, a volte faccio fatica anche io a trovare la soluzione corretta. Dico solo che questo è un periodo particolare, perché si affrontano partite importanti in Europa e in campionato e le partite ravvicinate possono creare qualche problema anche alle squadre attrezzate come la Roma e la Juventus. La differenza la fanno sempre i risultati e loro, come noi, hanno le carte in regola per passare in modo indolore questo periodo".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.