Cerca
Home . Sport .

Montella: "Contro lo Shkendija dipenderà tutto dal Milan"

SPORT
Montella: Contro lo Shkendija dipenderà tutto dal Milan

Vincenzo Montella (foto Afp)

Mercato ed Europa League, è il doppio binario affrontato dal tecnico del Milan, Vincenzo Montella, alla vigilia della sfida contro lo Shkendija. "Kalinic è un giocatore molto funzionale alla nostra idea di gioco, un giocatore molto altruista che sa fare ogni situazione di gioco. Non è magari un grandissimo bomber ma nell'ultimo anno ha fatto oltre 20 gol. E' un giocatore gradito", ha sottolineato in conferenza stampa l'allenatore campano che ha poi parlato dei prossimi avversari dei rossoneri.


"Lo Shkendija ha superato tre turni preliminari di Europa League e nell'ultima partita ha battuto i campioni di Macedonia. Stanno bene fisicamente, hanno una chiarissima idea di gioco, in attacco hanno giocatori di talento e imprevedibilità. Dipende tutto da noi, sono organizzati ma dobbiamo pensare soltanto alla nostra prestazione", spiega Montella. Prima l'Europa e domenica l'esordio in campionato in casa del Crotone, per il 'Diavolo' un tour de force con 4 gare in 12 giorni. "Il prossimo mini-ciclo sarà importante, c'è l'Europa League e il campionato, mi aspetto che sotto il punto di vista dell'atteggiamento la squadra non sbagli mai e che possa sempre crescere ancora, siamo all'inizio ma già in un momento importante della stagione".

Rispetto alle ultime uscite Montella si aspetta dal match in serale a San Siro "una armonia e una organizzazione di gioco" e una maggior "risolutezza rispetto a quanto si crea negli ultimi 20 metri e nella scelta dell'ultimo passaggio. Il Milan sta crescendo molto fisicamente, abbiamo fatto ottimi allenamenti e sono soddisfatto di questa prima parte di stagione".

Per quanto riguarda la formazione in attacco è atteso dal primo minuto il portoghese André Silva. "E' un calciatore dalle grandissime capacità, può raggiungere qualsiasi obiettivo a livello personale. Il mio consiglio è giocare in tranquillità senza smaniare che può portare talvolta a scelte sbagliate. E' un giocatore che sta crescendo moltissimo. In campo anche Cutrone? E' in uno stato di forma straordinario ma devo gestire tutte le risorse, comunque da qui a 12 giorni avranno modo di alternarsi".

Sul piano di ipotecare già a San Siro la qualificazione l'Aeroplanino frena. "Non sono molto convinto che in Europa le qualificazioni si decidono all'andata. A me giocare prima fuori casa non mi spiaceva, sarebbe stato meglio ma è solo una considerazione". Non saranno della partita Biglia e Romagnoli. "Biglia mi dispiace molto non averlo, smania di potersi allenare ma sono cose che capitano in una stagione. E' un giocatore importante su cui si appoggeranno anche le nostre fortune. Con Romagnoli, avremmo la possibilità di giocare a 3 perché è mancino e completerebbe il reparto con gli altri. Tempi di recupero? Non lo so, ma per Romagnoli vedremo bene nei prossimi giorni".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.