Cerca
Home . Sport .

Rapporti Juve-ultrà, squalifica Agnelli è finita

SPORT
Rapporti Juve-ultrà, squalifica Agnelli è finita

(Fotogramma)

La Corte federale d'appello della Figc ha parzialmente accolto il ricorso del presidente della Juventus Andrea Agnelli per il caso dei biglietti agli ultras, decidendo di esaurire in data odierna l'inibizione a carico del numero uno bianconero e di infliggergli una multa di 100.000 euro. La Corte, si legge in una nota, "ridetermina inoltre la sanzione dell’ammenda di 600 mila euro alla società e dispone la disputa della prima gara interna di campionato di Serie A dell’anno 2018 con il settore denominato ‘Tribuna (Curva) Sud’ dell’Allianz Stadium di Torino privo di spettatori". La curva rimarrà chiusa nel match casalingo con il Genoa.


A settembre, ad Agnelli era stata comminata la sanzione di un anno di inibizione e 20mila euro di multa per i rapporti non consentiti con i tifosi, ridimensionando le richieste della Procura Figc di 30 mesi di squalifica e due turni a porte chiuse per la società.

Annullate le sanzioni inflitte in primo grado al responsabile del ticket office Stefano Merulla e dell’addetto alla sicurezza Alessandro Nicola D’Angelo. Respinto infine il ricorso di Francesco Calvo. All'ex direttore commerciale bianconero è stata confermata la squalifica a un anno e l'ammenda a 20.000 euro.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.