Home . Sport . MotoGp, doppietta Ducati e Rossi terzo

MotoGp, doppietta Ducati e Rossi terzo

SPORT
MotoGp, doppietta Ducati e Rossi terzo

Jorge Lorenzo (AFP PHOTO)

Colpi di scena e doppiette: grandi emozioni nel MotoGp d'Italia. Jorge Lorenzo trionfa al Mugello, in sella alla Ducati ufficiale, prendendosi la prima posizione subito dopo il semaforo verde e dominando la gara, vincendo con ampio margine sul compagno di squadra Andrea Dovizioso.


DOPPIETTA - La Ducati festeggia quindi una doppietta nel Gp di casa in una giornata tutto sommato positiva anche per il poleman Valentino Rossi (Yamaha), giunto terzo dopo un bel duello con Andrea Iannone (Suzuki).

MARQUEZ - Niente da fare, invece, per il leader iridato Marc Marquez: lo spagnolo della Honda ufficiale è caduto al quinto giro mentre era in seconda posizione e, pur riuscendo a ripartire, ha chiuso la gara fuori dalla zona punti. Il pilota di Cervera resta al comando della classifica iridata ma alle sue spalle risale Rossi, ora secondo a 23 punti di distacco.

LA GARA - Al semaforo verde Lorenzo scatta meglio di tutti e si porta al comando davanti a Rossi, mentre alle loro spalle Marquez si prende il terzo posto dopo avere rifilato una 'sportellata' a Petrucci. Al secondo giro lo spagnolo della Honda passa anche il 'Dottore' e si lancia all'inseguimento di Lorenzo, ma i suoi piani saltano in maniera definitiva già al quinto giro.

IL GUASTAFESTE - Il leader iridato scivola alla curva 10, resta aggrappato alla moto ma stavolta non riesce ad evitare la caduta ed è costretto a ripartire dalle retrovie. Sfumano i sogni di vittoria dello spagnolo e si complica anche la gara di Rossi, costretto a cedere il passo prima a Dovizioso e poi anche a Iannone. Il podio si colora virtualmente di rosso Ducati a 12 giri dalla fine quando Petrucci approfitta di un lungo di Iannone portandosi al terzo posto, ma è il redivivo Rossi a fare da guastafeste. Il numero 46 si lascia alle spalle le due Suzuki di Iannone e Rins e a 6 giri dalla fine piazza un sorpasso perfetto ai danni del connazionale della Pramac Racing, poi difende il podio con i denti rispondendo agli attacchi sferrati da Iannone.

DUCATI - Nel finale il pilota di Vasto è costretto a ingaggiare un duello per il quarto posto con Rins e dice addio al podio, mentre davanti Dovizioso rallenta improvvisamente e per poco Rossi non ne approfitta per scavalcarlo in seconda posizione. La doppietta Ducati però non sfuma e alla fine Lorenzo può festeggiare il primo centro in carriera con il team di Borgo Panigale, spezzando un digiuno di vittorie che durava ormai da 23 gare.

LORENZO - "Molti dicevano che avevo un metodo sbagliato, ma io sapevo che avevo solo bisogno di sentirmi più a mio agio con la moto". Jorge Lorenzo si esprime così dopo la prima vittoria con la Ducati al Mugello. "Quando mi hanno dato una Ducati con una forma diversa del serbatoio mi sono sentito subito meglio e sono riuscito a mantenere un passo più costante - sottolinea lo spagnolo -. Sono molto contento è speciale vincere qui al Mugello con la Ducati".

DOVIZIOSO - "Sono contento, ma non al 100 percento". Andrea Dovizioso non si accontenta del secondo posto alle spalle del compagno di squadra e parla di "decisione sbagliata sulla gomma anteriore". "Io e Vale (Rossi, ndr) non potevamo stare con Jorge perché ha fatto una gara perfetta", riconosce il forlivese della Ducati, che in ogni caso vede il bicchiere mezzo pieno.

ROSSI - "Sono davvero contento perché è stata una gara difficilissima". Valentino Rossi si gode il podio nella gara di casa: "Sapevamo che con la gomma dura all'anteriore avremmo faticato tantissimo, ma è stata la scelta giusta perché nella seconda parte di gara gli altri con le soft hanno sofferto". Certo, "Iannone mi ha dato filo da torcere fino alla fine, ho dovuto spingere al massimo ma sono contentissimo perché torno sul podio qui al Mugello, che era il mio obiettivo".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.