Home . Sport . Roma ko all'Olimpico, vince la Spal

Roma ko all'Olimpico, vince la Spal

SPORT
Roma ko all'Olimpico, vince la Spal

(Afp)

Brutta sconfitta casalinga della Roma con la Spal. I giallorossi di Di Francesco pagano a caro prezzo la sosta e dopo quattro vittorie consecutive si fermano all'Olimpico con la Spal che si impone 2-0 grazie alle reti di Petagna su calcio di rigore e di Bonifazi, nell'anticipo della nona giornata di Serie A. I giallorossi restano così a 14 punti mentre la Spal sale a 12. Le molte assenze in casa Roma e il turn over in vista della sfida di Champions con il Cska non hanno consentito ai giallorossi di avere una manovra fluida anche se ha creato e sprecato moltissimo. Di Francesco senza Schick, Perotti, De Rossi e Kolarov, schiera dal primo minuto Luca Pellegrini, Marcano e Cristante.

Al 3' prima occasione per la Roma: scambio al limite tra El Shaarawi e Lorenzo Pellegrini, palla di ritorno dal fondo, con Cionek che riesce a infastidire il Faraone costringendolo all'errore. La Roma spinge e al 13' lancio in campo aperto per Dzeko da parte di El Shaarawi, il numero 9 controlla, ma il suo diagonale viene respinto di piede da Milinkovis Savic. I giallorossi sono stabilmente sulla trequarti della Spal, ma senza riuscire a trovare il guizzo vincente. Al 30' ancora Roma vicina al vantaggio: lancio di Florenzi, per Dzeko che cade in area e si lamenta, dietro di lui, solissimo, El Shaarawi, non controlla da un metro. Poco dopo la beffa: Luca Pellegrini si lascia sfuggire Lazzari e lo spinge in area, calcio di rigore che al 38' Petagna realizza spiazzando Olsen. La Roma accusa il colpo ma nella ripresa prova a reagire.

Al 9' nuova occasione per la Roma, ancora El Shaarawi protagonista di un tocco delizioso per Dzeko che incredibilmente solo davanti a Milinkovic mette fuori, toccando timidamente un pallone solo da mettere dentro. All'11 nuova doccia fretta per i padroni di casa: calcio d'angolo di Valdifiori, Bonifazi sceglie il tempo giusto per l'incornata ravvicinata, beffa Fazio e segna il 2-0. La Roma sbanda e al 17' rischia ancora, ma sulla girata di Petagna, Olsen è strepitoso e devia in angolo. Di Francesco cambia e inserisce prima Kluivert per Cristante e poi Coric, all'esordio stagionale, per Under.

Al 21' Roma vicina al gol: Lorenzo Pellegrini si libera al limite e scarica un bolide che Milinkovic Savic è bravo a deviare sull'incrocio dei pali. Un minuto dopo ancora la squadra di Semplici vicina al tris: Petagna scatta sul filo del fuorigioco su lancio di Valdifiori, e Olsen in uscita mette in corner. Al 30' della ripresa ingenuità del portiere della Spal Milinkovic-Savic che ammonito lancia fuori un pallone e viene espulso. Spal in dieci entra Gomis in porta per Valoti e la Roma inserisce anche Pastore per Luca Pellegrini. Forcing finale della Roma con Dzeko che di testa in due occasioni ha la palla buona ma non riesce a battere il portiere della Spal come anche Marcano da due passi e a tempo scaduto ancora Olsen protagonista su Petagna.

L'allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, dopo il ko, commenta: "Quando si preparano le partite non si può sbagliare niente, su questo sono un po' arrabbiato perché voglio più concentrazione''. "Ero contento di quanto fatto nel primo tempo -aggiunge ai microfoni di Sky Sport-. Siamo mancati nell'ultimo passaggio, nella qualità del cross ma si vedeva che avevamo la partita in mano. Prima del rigore la Spal non aveva mai calciato in porta, la qualità dell'ultimo passaggio però era venuta a mancare. Nel secondo tempo siamo stati troppo frenetici e frettolosi, anche nel finale non abbiamo capito che erano in 10, erano chiusi e stretti e dovevamo creare superiorità numerica sugli esterni mentre insistendo con le palle buttate dai vita facile alla Spal che ha fatto la sua partita".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.