Cerca
Home . Sport .

Mondiali femminili, è doppietta azzurra

SPORT
Mondiali femminili, è doppietta azzurra

(Afp)

Vittoria da incorniciare per l'Italia ai mondiali femminili in corso di svolgimento in Francia. All'esordio nella competizione dopo 20 anni di assenza, le azzurre guidate dal ct Milena Bertolini battono in rimonta 2-1 la quotata Australia. Parte male la gara per la nostra nazionale che passa in svantaggio al 22', gol del capitano delle australiane, Sem Kerr. Nella ripresa Barbara Bonansea con una doppietta al 56' e al 95' firma il successo delle azzurre nella sfida del girone C disputata allo Stade Du Hainaut di Valenciennes.


Australia subito pericolosa al terzo con un colpo di testa di Kerr che si spegne sopra la traversa. Occasione poco dopo per l'Italia con Giugliano che riceve nel cuore dell'area da posizione un po' defilata, il diagonale è facile preda del portiere Williams. Al 9' la panchina azzurra esulta per un contropiede di Bonansea concluso in gol: l'arbitro Borjas annulla per fuorigioco dopo aver consultato il Var.
Brivido per le azzurre al 19', un tiro basso da fuori area di Van Egmond taglia tutta l'area ma non trova la deviazione vincente. Al 21' rigore per l'Australia per un fallo in area di Gama su Kerr, al dischetto si presenta lo stesso capitano che si fa ipnotizzare da Giuliani ma sulla ribattuta la numero 20 è brava a ribadire in rete, per lei si tratta della 32esima rete in nazionale. Poco dopo, contropiede delle australiane con la Kerr fermata in angolo da Gama al momento del cross, sul conseguente angolo tiro-cross di Van Egmond che si stampa sulla traversa. Alla mezz'ora occasione per Girelli a tu per tu con Williams ma il portiere riesce a respingere; il guardalinee alza la bandierina per un fuorigioco. Al 37' ripartenza veloce delle australiane che crossano dalla sinistra per il colpo di testa di Logarzo, Giuliani si salva in angolo. Nel finale di tempo nuova conclusione aerea di Logarzo fuori misura.

Cambio di formazione a inizio ripresa per l'Italia, resta negli spogliatoi Galli, dentro Bartoli. Il match vede ancora le australiane pericolose in avvio. Al 53' Giuliani salva la porta azzurra con una uscita alta su un tiro ravvicinato. Due minuti più tardi l'Italia trova il pari su un errore in fase di impostazione dell'Australia, la sfera arriva al limite dell'area a Bonansea che entra in area, elude con un dribbling l'intervento di una avversaria e con un diagonale indirizzato all'angolino supera Williams.

Cambio per Bertolini, dentro Sabatino per Mauro. La reazione delle nostre avversarie si concretizza in una conclusione di Foord contenuta da Giuliani. L'Italia è più pericolosa in fase offensiva, Sabatino viene anticipata d'un soffio al momento del tiro a due passi dalla porta. E' girata l'inerzia della gara con l'Italia a fare la partita e le australiane che cercano di sfruttare gli spazi in contropiede. All'80' esce la Bergamaschi, dentro Giacinti. Poco dopo nuova occasione azzurra, Girelli tenta la conclusione, devia un difensore che impegna Williams per evitare l'autogol. All'81' la neo entrata Sabatino prende il palo su passaggio sul filo del fuorigioco, l'arbitro ferma tutto per posizione di offside.

Nel finale le avversarie delle azzurre tentano l'assalto finale ma l'Italia si difende con ordine. Provvidenziale nel recupero l'intervento difensivo di Sara Gama che mura un tentativo di Kerr. Nell'ultimo minuto di recupero cross dalla destra con uscita a vuoto del portiere, Bonansea è pronta alla deviazione di testa sul secondo palo. Al triplice fischio dell'arbitro, l'honduregna Melissa Borjas, esplode incontenibile la gioia nelle azzurre che si impongono 2-1.

"Siamo una grande squadra, abbiamo sofferto nel primo tempo, poi ci siamo parlate dicendoci che dovevamo cominciare a giocare. E mi sembra che ci siamo riuscite". E' il commento alla vittoria all'esordio del capitano dell'Italia, Sara Gama. "Eravamo abbastanza ovattate, l'emozione arrivava dall'Italia - spiega l'azzurra ai microfoni di Sky Sport -. Abbiamo iniziato il Mondiale nel migliore dei modi, se vinci così significa che hai cuore".

"Siamo partite male nel primo tempo, abbiamo avuto paura. Nel secondo abbiamo reagito giocando come sappiamo fare ed è andata meglio", il commento alla vittoria del ct dell'Italia, Milena Bertolini, ai microfoni di Sky Sport.

"Le ragazze sono state fantastiche. Abbiamo sofferto tanto ed avuto anche un pizzico di fortuna, ma la squadra è forte e compatta e con uno spirito così è probabile che le partite si vincano. Ora con la Giamaica ci attende un'altra battaglia", conclude.

"E' stato bellissimo, sono contentissima, poi segnare di testa alla fine è stato pazzesco", le parole di Barbara Bonansea, protagonista con la sua doppietta della vittoria in rimonta. "Dopo il primo tempo ci siamo guardate in faccia, abbiamo parlato e scacciato la paura: ci siamo dette che non si può giocare con la paura - prosegue l'azzurra ai microfoni di Sky Sport -. E nel secondo tempo ci siamo sbloccate: dopo il primo gol ho pensato che potevamo farcela a pareggiare, e invece".

"Pochi minuti fa la nazionale femminile ha vinto la prima gara dei mondiali di calcio, che si disputano in Francia. Alle ragazze vanno le mie congratulazioni non solo per questa vittoria e per l’impresa sportiva che stanno affrontando ma anche per quella sociale e culturale". Così Vincenzo Spadafora, sottosegretario di Stato con delega alle Pari Opportunità e Giovani.

"Sono certo - scrive su Facebook - infatti che manifestazioni come questa possano riuscire a generare una riflessione sulla situazione delle Pari Opportunità nel nostro Paese ed aiutarci a capire che nel calcio, così come nelle altre attività di tutti i giorni, gli stereotipi di genere non hanno alcun senso".

"Mai mollare e si vince, fantastiche!", il commento su Facebook del ministro e vicepremier Matteo Salvini.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.