Cerca
Home . Sport .

"Ho la leucemia ma vincerò"

SPORT
Ho la leucemia ma vincerò

(Fotogramma/Ipa)

"Ho la leucemia". Lo ha detto l'allenatore del Bologna, Sinisa Mihajlovic, in conferenza stampa. "La sconfiggerò - ha aggiunto il tecnico serbo - Non ho paura, la affronterò e vincerò". "Purtroppo, o per fortuna, abbiamo fatto alcuni esami e abbiamo scoperto delle anomalie che non c'erano 4 mesi fa - ha spiegato Mihajlovic - Abbiamo detto che avevo la febbre e la cosa più difficile è stata convincere mia moglie che fosse vero. Ho passato la notte a piangere e ancora adesso ho lacrime ma non sono di paura: io da martedì andrò in ospedale e non vedo l'ora di iniziare a lottare per guarire. Ho spiegato ai miei giocatori che lotterò per vincere come ho insegnato loro a fare sul campo. Questa sfida la vincerò, non ci sono dubbi".


"Voglio ringraziare tutto il Bologna perché mi hanno fatto capire di essere uno di famiglia e avrò bisogno anche di loro per vincere questa battaglia - ha affermato Mihajlovic - Ma avrò bisogno anche di non vedere gente che piange per me, non voglio far pena a nessuno. Vincerò questa battaglia di sicuro". "Forse qualcuno pensava che potessi essere l'ultimo ad ammalarmi e fino a fine maggio era tutto normale, stavo bene - ha aggiunto il tecnico serbo - Siccome mio papà è morto di cancro faccio spesso esami specifici e grazie a questi ho scoperto di essere malato di leucemia acuta. Nessuno di noi deve pensare di essere indistruttibile, bisogna fare prevenzione e stare attenti alla salute". "Guarirò per mia moglie, la mia famiglia e per tutti quelli che mi amano" ha detto commosso Mihajlovic - La malattia è in fase acuta e aggressiva ma attaccabile, ci vorrà del tempo ma si guarisce".

Il medico del Bologna, Gianni Nanni, ha spiegato che il tecnico rossoblù "dovrà fare delle terapie che sono efficaci perché questa è una malattia che si può combattere. Inizierà martedì ma deve anche poter continuare la sua attività. Non possiamo ancora dirlo quanto durerà. Sappiamo la diagnosi, ma non conosciamo il tipo di leucemia. Speriamo che possa essere un passaggio corto. Vincendo questa battaglia tornerà fisicamente più forte di prima, sarà una macchina da guerra". “È un problema nato il giorno prima del ritiro, quando abbiamo avuto il sospetto che si trattasse di una patologia del genere - ha aggiunto Nanni - In tempi rapidi abbiamo avuto la conferma, ovvero che si tratti di una leucemia acuta. Vent’anni fa non si poteva parlare di questa malattia, oggi con le conoscenze che abbiamo possiamo parlare anche di un futuro roseo per un allenatore che può fare la propria professione".

In conferenza stampa è intervenuto anche il direttore sportivo del Bologna, Walter Sabatini: "Il mister ha deciso di incontrare la stampa e abbiamo accolto la sua richiesta. Ci siamo io e Di Vaio fisicamente ma idealmente c'è tutta la dirigenza qui con noi. Sinisa ha in mano il Bologna e terrà in mano il Bologna fino alla scadenza del suo contratto. Qualunque cosa succeda nei prossimi giorni Mihajlovic resterà l'allenatore del Bologna".

Per Mihajlovic è un coro di incoraggiamenti, tutti si stringono intorno all'allenatore rossoblù. "Conosco bene Sinisa Mihajlovic e so che è un uomo che non si arrende di fronte a nulla. Certo, la notizia della sua malattia ci ha scossi e in questo momento voglio esprimere soprattutto la vicinanza mia e della mia famiglia a Sinisa e ai suoi cari" dice il presidente del Bologna, Joey Saputo. "Come ha detto Walter Sabatini in conferenza stampa, Mihajlovic è e resterà l’allenatore del Bologna - aggiunge Saputo in una nota pubblicata sul sito del club felsineo - Ma le questioni professionali oggi passano in secondo piano: Sinisa ha una battaglia da vincere e può stare certo che troverà in me, nel Bologna Fc e in tutta questa città che lo ama degli alleati pronti a combattere insieme lui. Altre parole in questo momento non servono. Forza Sinisa!".

"Sei troppo forte mister Mihajlovic, questo ti fa un baffo e poi dobbiamo giocare a padel" scrive su Instagram Roberto Mancini, ct azzurro e suo grande amico. "Forza Sinisa, vinci questa battaglia!" il tweet della Roma. Mihajlovic ha vestito la maglia giallorossa dal 1992 al 1994. "Forza Sinisa, l’Inter è al tuo fianco in questa battaglia" twittano anche i nerazzurri. "Forza Sinisa! Il popolo granata è tutto con te. Ti pensiamo con affetto, in bocca al lupo!" il messaggio su Twitter del Torino per il suo ex allenatore. La Sampdoria si stringe attorno al suo ex giocatore e allenatore con una massima di Vujadin Boskov: "Dopo pioggia viene sole". "Forza Sinisa, lotta e vinci come sempre, come sai fare tu. La Sampdoria e i sampdoriani sono con te", aggiunge il club blucerchiato su Twitter. "Insieme abbiamo vinto tanto. Siamo con te anche in questa battaglia. Forza Sinisa!" il tweet della Lazio per il suo ex giocatore.

Su Facebook il sostegno e l'incoraggiamento del ministro dell'Interno, Matteo Salvini: "Forza guerriero serbo! Onestà, lealtà, sacrificio, onore: vinci anche questa battaglia". "Sinisa Mihajlovic è un guerriero e sono sicuro che combatterà con la stessa forza con cui in campo trascinava la squadra e tirava la bomba. In bocca al lupo mister, torna presto" twitta il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Simone Valente.

Gianni Morandi, grande tifoso del Bologna, scrive su Instagram: "Caro Sinisa, la notizia mi ha colpito profondamente. Oggi ascoltando le tue parole mi sono commosso per il tuo coraggio e la tua determinazione". "Lo so che ce la farai! Ti abbraccio forte", conclude Morandi.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.