Cerca
Home . Sport .

Juve vince a Genova, sempre +4 su Lazio

SPORT
Juve vince a Genova, sempre +4 su Lazio

La Juventus si impone 3-1 a Marassi con il Genoa con tre prodezze nella ripresa di Dybala, Cristiano Ronaldo e Douglas Costa, a nulla serva la rete di Pinamonti, e sale a 72 punti rispedendo la Lazio a -4 nel secondo anticipo della ventinovesima giornata di A. Per l'occasione Nicola schiera un 3-5-2 con Favilli e Pinamonti in attacco e con Ghiglione e Sturaro esterni, Behrami, Cassata e Schone in mezzo al campo e di fatto regge un tempo, grazie anche alle parate di Perin, contro il 4-3-3 di Sarri composto in avanti da Bernardeschi, Dybala e Ronaldo, con Bentancur, Pjanic (passato al Barcellona) e Rabiot a centrocampo, con la carta Douglas Costa inserito nella ripresa.


La Juve parte subito forte e al 12' un gran sinistro da fuori di Bernardeschi costringe Perin a ribattere in tuffo. Passa un minuto e ci prova anche Ronaldo ma il portiere rossoblu vola e salva. Al 16' Cr7 scaglia un destro dalla distanza ma non sorprende Perin. Il Genoa si difende e prova a pungere con Pinamonti che tenta un destro ma de Ligt respinge. Il controllo della gara è nelle mani dei bianconeri che però non trovano la via del gol: al 28' Bernardeschi attacca, va sul fondo e ci prova ma Perin respinge ancora, poi un colpo di testa di Rabiot è ancora preda del portiere del Genoa che si ripete nel finale di tempo ancora su Ronaldo.

Il break che sblocca il risultato arriva ad inizio ripresa. Al 50' grandissima azione personale di Dybala che in area si libera di due giocatori e con il sinistro a giro infila Perin sul secondo palo. Il Genoa accusa il colpo e rischia ancora al 54': cross di Cuadrado e colpo di testa di Bernardeschi che sfiora il palo. Per il raddoppio bianconero non bisogna attendere molto. Al 56' ci pensa Ronaldo che avanza palla al piede e dal limite esplode un destro che si infila sotto l'incrocio dei pali senza dare scampo a Perin. La pressione della squadra di Sarri non si arresta e al 73' arriva il tris. Dybala recupera palla e la serve a Douglas Costa che si inventa uno splendido sinistro a giro dal limite che si infila sotto l'incrocio.

Il Genoa reagisce con orgoglio e trova la rete della speranza poco dopo. Al 76' cross di Biraschi, la difesa bianconera va a vuoto e Pinamonti controlla e con il sinistro batte Szczesny. Dieci minuti dopo è ancora l'attaccante rossoblu ad andare vicino al gol, ma il portiere bianconero lo ferma in scivolata dopo un brutto retropassaggio. Nel finale la Juve cerca il poker con Higuain e Ramsey ma senza successo. Tre reti di pregevole fattura bastano a Sarri per riallungare in classifica su Lazio e Inter.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.