Cerca
Home . Sport .

Gp Gran Bretagna, trionfa Hamilton

SPORT
Gp Gran Bretagna, trionfa Hamilton

(Afp)

Terza vittoria di fila in stagione, la settima a Silverstone, per Lewis Hamilton nel Gp di Gran Bretagna. Il 6 volte campione del mondo su Mercedes, dopo esser partito dalla pole position domina il quarto appuntamento stagionale del mondiale di Formula Uno restando al comando dal primo all'ultimo giro conquistando l'87esimo successo in carriera. Finale thrilling con il britannico che buca la gomma anteriore nell’ultimo giro ma nonostante questo tiene alle spalle la Red Bull di Max Verstappen e la Ferrari di Charles Leclerc arrivando al traguardo su tre ruote.


Pronti via, Bottas si affianca al pole-man Hamilton ma non ce la fa a superarlo, dietro duello tra Leclerc e Verstappen con il ferrarista che supera la Red Bull salvo dovergli restituire subito dopo la posizione, alle loro spalle perdono 2 posizioni Norris e Stroll a vantaggio di Sainz e Ricciardo rispettivamente quinto e sesto. Incidente tra Magnussen e Albon, entra subito in azione la safety car che congela la gara. Non si è presentato al via Nico Hulkenberg su Racing Point per un problema al motore. Si torna a correre al sesto giro, Hamilton comincia a staccare gli avversari facendo il miglior giro con 1’’ di vantaggio su Bottas, passa subito ai box Albon dopo il contatto con Magnussen per montare la gomma dura. Le Mercedes cominciano a fare il vuoto dietro di sé con Verstappen che aumenta il suo distacco da Leclerc. Bottas francobolla Hamilton non dandogli respiro e restando in scia a 1’’3 dopo 12 giri. Al 13esimo giro incidente di Kvyat che va in testacoda con la sua Alpha Tauri, ne approfittano per fare il cambio gomme Ricciardo, Norris, Vettel e Ocon. Pit-stop anche per le Mercedes e per Verstappen a posizioni invariate. Le gomme dure danno un vantaggio strategico ad Hamilton che non deve temere un undercut di Bottas nel passaggio ai box.

Si torna a correre dopo 19 giri. Ripartenza super di Lando Norris che brucia Ricciardoi soffiandogli la settima posizione. Per l’incidente con Magnussen vengono inflitti 5’’ di penalità ad Albon. Quinto Grosjean che non ha ancora effettuato il pit-stop. Fast-lap di Hamilton che prova a staccare il compagno di scuderia Bottas ora distante a 1’’2. Dietro è battaglia per la quinta piazza tra Carlos Sainz che francobolla Grosjean, lo spagnolo della McLaren lo supera. Davanti Bottas replica con il giro più veloce avvicinandosi al leader della corsa. Anche Norris passa Grosjean ed è sesto. Davanti prova lo strappo Hamilton su Bottas ora distante 2’’2, a 8’’ Verstappen, a 20’’ Leclerc. L’olandese sembra scontare una usura delle gomme che potrebbe creare dei problemi al pilota della Red Bull nel proseguo della gara. Senza respiro in testa con le Mercedes che duellano a suon di giri più veloci. Al 36esimo giro Ricciardo su Renault supera Grosjean e si mette a caccia delle McLaren di Sainz e Norris. Blistering nella anteriore destra di Hamilton ma la Mercedes non sembra perdere in prestazione. Più indietro Gasly soffia la decima posizione a Vettel.

Quando mancano 11 giri dalla fine, 41 su 52, Hamilton ha un vantaggio di 2’’7 sul finlandese, a 11’ Verstappen, dietro la Ferrari di Leclerc e le McLaren di Sainz e Norris. Giro veloce di Verstappen che può provare l’assalto alla seconda posizione di Bottas. Guadagna terreno Hamilton che porta a 5’’ il vantaggio su Botta che deve tenere a bada la Red Bull con Verstappen a 9’’. Al 50’ giro colpo di scena, cede la gomma di Bottas che cede la posizione a Verstappen e Leclerc. L’olandese decide di passare ai box. Perde tantissimo Bottas che chiude 11esimo. Finale al cardiopalma, nell’ultimo giro anche ad Hamilton cede la gomma, l'anteriore sinistra, nonostante tutto il britannico porta a casa la vittoria davanti a Verstappen e Leclerc arrivando sul traguardo su tre gomme.

HAMILTON - "Non ho mai sperimentato nulla di simile all'ultimo giro, il mio cuore si è quasi fermato". Commenta così l'incredibile vittoria nel Gp di Gran Bretagna il pilota della Mercedes Lewis Hamilton arrivato al traguardo su tre ruote per una foratura all'ultimo giro. "Fino all'ultimo giro tutto è andato relativamente liscio. Bottas stava spingendo incredibilmente forte, stavo facendo un po' di gestione della gomma. Quando ho sentito che la sua era andata ho guardato la mia e sembrava a posto -prosegue nel racconto del finale di gara a Siulverstone il 6 volte iridato-. La macchina stava girando senza nessun problema, negli ultimi giri ha iniziato ad aver problemi poi all'ultimo giro si è sgonfiata". "In quel momento ho sentito il cuore in gola. A quel punto ho pensato solo a gestire pregando di non esser raggiunto e di non essere troppo lento, non pensavo che ce l'avrei fatta a superare le ultime due curve".

LECLERC - "E' stata una gara molto complicata, appena ho saputo che Bottas aveva un problema alle gomme, ho rallentato parecchio. Oggi abbiamo sfruttato le nostre opportunità". E' il commento al terzo posto conquistato del Gp di Gran Bretagna nel rocambolesco finale con la foratura delle gomme di Bottas ed Hamilton del pilota della Ferrari, Charlers Leclerc che ha chiuso la gara alle spalle di Hamilton e Verstappen. "Guardandoci, abbiamo fatto il meglio che avremmo potuto fare oggi. Sono molto contento di come ho gestito le gomme dall'inizio alla fine e sono contento del bilanciamento della vettura", conclude il pilota monegasco.

VERSTAPPEN - "È stato un gran premio fortunato e sfortunato. La Mercedes era troppo veloce, le gomme non sembravano a posto con 10 giri da percorrere. Bottas ha forato, poi mi hanno fatto tornare ai box per chiudere col giro più veloce e Hamilton ha a sua volta forato. Ma il secondo posto è un buon risultato". E' il rammarico di Max Verstappen per il secondo posto conquistato nel Gp di Gran Bretagna con la sua Red Bull che ha saputo approfittare a metà della doppia foratura delle Mercedes negli ultimi giri.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.