Cerca
Home . Sport .

E' morto Gianfranco De Laurentiis, storico volto della Rai

SPORT
E' morto Gianfranco De Laurentiis, storico volto della Rai

Per gli italiani un volto più che un nome, un volto familiare, entrato per anni nelle case attraverso il piccolo schermo raccontando di sport, di calcio. Era questo per il pubblico televisivo italiano Gianfranco De Laurentis, classe 1939, romano, giornalista, oltre 30 anni in Rai, da Rai2 a Rai International, spentosi a 81 anni. Lascia la moglie Mirella e i figli Roberto e Paolo.


Dopo gli inizi sulla carta stampata, collaborò fra l'altro al Corriere della Sera e al periodico Tribuna illustrata, nel 1972 entrò in Rai e quasi subito si occupò di telecronache sportive, nel 1976 entro a far parte della redazione del Tg2, varato quello stesso anno. Pochi mesi e De Laurentiis approdò al ruolo che avrebbe di fatto mantenuto come principale per tutta la durata del suo impegno professionale, quello di conduttore di trasmissioni televisive sportive, dedicate in particolare al calcio: dal 1977 fino al 1994, con al fianco Giorgio Martino, conduce infatti Eurogol, rubrica del Tg2 dedicata alle coppe europee di calcio.

I programmi, le conduzioni, si susseguono e si accavallano: dal 1987 fino al 1996 è ai microfoni di Domenica Sprint, una ribalta condivisa con altri conduttori mutati negli anni fra i quali un'esordiente Antonella Clerici, con cui si sarebbe poi ritrovato in tante edizioni di Dribbling. Nella stagione 1994-1995 condusse anche La Domenica sportiva, con Alessandra Casella. Non solo conduzioni: dal 1993 al 1994 De Laurentiis fu il direttore della Tgs, la testata sportiva della Rai. Fra i tanti programmi condotti negli anni anche Pole Position, dal 1997 al 2001, che accompagnava i GP di Formula 1, numerose edizioni di Dribbling, il Dribbling Speciale Europei in onda per gli Europei di calcio del 2000. Dal 1997 al 2003 condusse per Rai International 'La giostra del gol', con Ilaria D'Amico.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.