cerca CERCA
Lunedì 25 Ottobre 2021
Aggiornato: 15:16
Temi caldi

Spread tocca i 340

19 ottobre 2018 | 09.10
LETTURA: 2 minuti

alternate text
- FOTOGRAMMA

Schizza in alto lo spread e, poi, riscende. Lo spread Btp-Bund chiude a 315 punti, dopo aver chiuso ieri a 325. Il differenziale di rendimento fra i titoli di Stato decennali tedeschi e italiani era volato a 340 punti nel corso della seduta.

Piazza Affari azzera le perdite sul finale dopo un seduta in altalena. A condizionare gli scambi lo spread Btp-Bund, volato nel corso della giornata a 340 punti per poi sgonfiarsi a 315 punti, dopo che il vicepremier Matteo Salvini ha escluso una crisi di governo nel mezzo delle polemiche con l'alleato M5S sulla stesura della manovra. Al termine degli scambi il Ftse Mib segna una flessione dello 0,04% a 19.080 punti, dopo aver toccato un minimo a 18.754. Miste le altre piazze europee, con Londra in rialzo dello 0,32%, Francoforte in calo dello 0,31% e Parigi dello 0,63%. Sull'indice principale della borsa milanese soffrono Pirelli, con uno scivolone del 5%, Prysmian (-3,51%) e Tim (-3,15%). Male anche il risparmio gestito, con Banca Generali (-3,70%) e Finecobank (-2,88%). Fca, Cnh Industrial e Moncler lasciano sul terreno oltre due punti percentuali. In ordine sparso i titoli del comparto bancario: Mediobanca svetta con un rialzo del 3% e Intesa Sanpaolo sale dello 0,26%, mentre soffrono Ubi Banca (-2,75%), Banco Bpm (-1,53%) e Unicredit (-0,96%). In spolvero, invece, Poste Italiane (+2,45%) e Saipem (+1,98%), dopo l'aggiudicazione di un contratto in Thailandia da 1,4 miliardi di dollari. Bene le utility, con rialzi sopra il punto percentuale per Terna, Enel, Snam e A2A.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza