cerca CERCA
Sabato 26 Novembre 2022
Aggiornato: 12:23
Temi caldi

Basket: Nba, Spurs battono Denver e Belinelli vince derby con Gallinari

07 marzo 2015 | 10.59
LETTURA: 4 minuti

San Antonio si impone all'AT&T Center centrando il quarto successo di fila. La guardia bolognese segna 9 punti si aggiudica la sfida del 'made in Italy', il 'Gallo' va in doppia cifra per la nona volta consecutiva (14 punti) ma non basta per evitare il k.o. Atlanta vince il big match contro Cleveland nella notte dedicata al grande ex Dominique Wilkins

alternate text
Marco Belinelli dei San Antonio Spurs. (Foto Infophoto) - INFOPHOTO

San Antonio stende Denver e Marco Belinelli vince il derby del 'made in Italy' contro Danilo Gallinari. Gli Spurs (38-23) si impongono per 120-111 all'AT&T Center e centrano il quarto successo di fila. A trascinare i campioni Nba ci pensano Kawhi Leonard (25 punti) e Tony Parker (24 punti). Belinelli parte dalla panchina e contribuisce con 9 punti, 3 rimbalzi e altrettanti assist in 15 minuti. I Nuggets portano sei uomini in doppia cifra, con Ty Lawson che firma 23 punti e Kenneth Faried che fa segnare una doppia doppia da 20 punti e 10 rimbalzi.

Gallinari parte nel quintetto titolare e va in doppia cifra per la nona partita consecutiva, chiudendo con 14 punti e 5 rimbalzi in 31 minuti, ma non basta per evitare il k.o. Serata da spettatore, invece, per Gigi Datome nel match vinto da Boston sul parquet di New Orleans per 104-98. L'ex Virtus Roma resta in panchina mentre Isaiah Thomas mette la sua firma sulla vittoria dei Celtics (25-35) con una prestazione da 27 punti di cui 14 nell'ultimo quarto. Ai Pelicans (33-29) non basta la doppia doppia di Anthony Davis (29 punti, 14 rimbalzi).

La notte Nba è magica per Atlanta, che si aggiudica il big match dell'Est contro Cleveland per 106-97 e dedica la vittoria al grande ex Dominique Wilkins. Al Horford (19 punti) mette la sua firma sul sesto centro consecutivo degli Hawks (49-12) nella serata in cui davanti alla Philips Arena viene svelata la grande statua di bronzo raffigurante la leggenda Wilkins, recordman della franchigia per punti segnati (23.292) e partite giocate (882) in 11 anni e mezzo con la maglia di Atlanta. L'hall of famer viene festeggiato dai fans degli Hawks in una cerimonia al centro del campo durante l'intervallo del match.

"Ora posso dire di essere un 'Hawk' per sempre", ha affermato un Wilkins visibilmente commosso. In campo, oltre al top scorer Horford, si mettono in luce anche Jeff Teague e Paul Millsap con 16 punti ciascuno e il tedesco Dennis Schroder, che mette a referto 15 punti e 8 assist partendo dalla panchina. Atlanta, la squadra con il miglior record della Nba (49-12), allunga nell'ultimo quarto con un paio di triple di Kyle Korver e il contributo prezioso di Mike Scott (14 punti di cui 10 nell'ultimo periodo).

A Cleveland (39-25) non basta la buona prestazione di Kyrie Irving, autore di 20 punti, in una serata opaca per la stella LeBron James (18 punti). Ad Ovest sorridono gli Houston Rockets (42-20), che stendono Detroit per 103-93 grazie soprattutto allo show di James Harden, autore di una tripla doppia da 38 punti, 12 rimbalzi e altrettanti assist. Nessun problema per Golden State nel match vinto per 104-89 contro Dallas. La squadra con il miglior record della Western Conference (48-12) è guidata dal solito Stephen Curr y, che chiude con cinque triple all'attivo per un bottino finale di 22 punti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza