cerca CERCA
Venerdì 30 Luglio 2021
Aggiornato: 19:17
Temi caldi

Stadi aperti? Ecco la data possibile

07 settembre 2020 | 16.43
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Afp)

"Il 4 ottobre è un po’ presto per la riapertura degli stadi, bisogna avere 15 giorni di valutazione. Se i numeri fossero buoni, se avessimo sostenuto con rigore e successo la prova della riapertura, ci si può sedere a un tavolo e dire di aver superato la prima prova. Per Inter-Milan del 17 ottobre potrebbe esserci del pubblico a San Siro, se ci si comporta bene", così Sandra Zampa, sottosegretaria alla Salute, risponde ai microfoni di Radio Punto Nuovo sul ritorno del pubblico negli stadi.

Anche la questione scuola è strettamente collegata alla gestione degli impianti sportivi, secondo Zampa: "Si teme che non si riescano a gestire grandi eventi sportivi. Tante volte ho cercato di spiegare che, l’arrivo di tanta gente, gli inevitabili assembramenti, i mezzi di trasporto, sono aspetti di grande rischio. È per questo che dico che, ad oggi, sono i ragazzi italiani ad avere tra le mani il destino di questo Paese. Se sulla scuola ce la caveremo bene, potremo poi riparlare degli stadi".

"Il ritorno a scuola è la sfida più importante con la quale ci misureremo. Abbiamo avuto una prima fase, dopo il lockdown, di una difficoltà enorme. A oggi la sfida è molto importante, ma neppure facile: né per l’Italia, né per nessun altro Paese europeo. È da qui che capiremo la capacità che il Paese ha nel non far ripartire i contagi in maniera esponenziale - prosegue Zampa -. È stato fatto molto per la messa in sicurezza delle scuole, usciranno anche le poche regole – ma fondamentali – per la buona riuscita di un ritorno a scuola". Mascherina obbligatoria, tranne tra i banchi, distanziamento, i genitori non dovranno assembrarsi fuori le scuole, la parte più difficile resta quello dei trasporti pubblici. I nostri ragazzi devono tirare fuori la stessa capacità messa in gioco durante il lockdown: siamo rimasti tutti sorpresi dalla loro obbedienza nel rimanere in casa per un lungo periodo. Se sapranno fare, nuovamente, un gesto tale facendo attenzione alle regole, aiuteranno tutto il Paese. A quel punto possiamo guardare all’inverno con più ottimismo, attendendo il vaccino che sembra essere dietro l’angolo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza