cerca CERCA
Lunedì 26 Luglio 2021
Aggiornato: 18:34
Temi caldi

Stadio Maradona: lo stemma di ASI in una serata in cui vince la solidarietà

08 giugno 2021 | 10.41
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Tante le emozioni vissute allo Stadio Diego Armando Maradona di Napoli, dove sono scesi numerosi artisti in campo. La Love Cup presente all'interno della manifestazione di solidarietà “La Partita, Una notte per Diego” ha inaugurato la lunga serata con un match, presentato dal giornalista Fabrizio Pacifici, tra le due squadre di rappresentanti del mondo della notte di Napoli e Roma, allenata dal Commissario Tecnico Marcello Cuicchi.

Con il Patrocinio del CONI e del Comune di Napoli, la gara è stata diretta da un team arbitrale ASI del Lazio con kit auricolari e tabellone luminoso. La squadra arbitrale era così composta: Enio Drovandi, Francesco Florio, Vincenzo Ruocco, Mario Giovanni Tozzi e Gabriele Merico.

Alle 21.00 è iniziata la seconda gara All Stars Napoli vs Resto d’Italia, dove i nostri ragazzi hanno collaborato con un team arbitrale dell’Associazione Italiana Arbitri della FIGC. Una serata ricca di entusiasmo e divertimento, con due Madrine d’eccezione: Manuela Arcuri ed Anna Falchi; Veronica Maya e Sofia Bruscoli, invece, presentatrici dell’evento.

Ospiti musicali Gigi D'Alessio, Andrea Sannino e Virginio.

Love Cup, la storia

Il Progetto Love Cup, ideato da Alex Bucci con la collaborazione di Roberta Gastaldi, muove i primi passi nel 2006 con la creazione di una squadra di rappresentanti del “mondo della notte” per sensibilizzare i giovani all'utilizzo responsabile del tempo libero. Promoter, dj, proprietari di locali e speaker hanno abbracciato l’iniziativa e sono entrati a far parte della squadra indossando la maglia sui campi dello Stadio Olimpico di Roma in diverse edizioni della manifestazione benefica di calcio-spettacolo e dell’Artemio Franchi di Firenze nel 2016.

Obiettivo della Love Cup è di estendere i valori trasmessi dalla disciplina sportiva alle attività di intrattenimento giovanili e promuovere l’educazione al “sano divertimento”, alla legalità e alla partecipazione.

Lo sport esercita un’enorme influenza sugli adolescenti, ha una forza educativa e sociale immediata e universalmente riconosciuta. Attraverso il gioco del calcio e l’impegno nel sociale, la Love Cup, insegna a sviluppare, insieme alle proprie capacità fisiche, la volontà di compiere gesti di solidarietà nelle sue più diverse forme: partecipazione, rispetto per l’altro, promozione dei diritti di tutte le persone e sostegno verso i più bisognosi.

Leggi la news sul sito Asi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza