cerca CERCA
Sabato 24 Luglio 2021
Aggiornato: 14:11
Temi caldi

Stadio Roma, Raggi: "Sì a revoca, ora nuovo progetto"

21 luglio 2021 | 20.25
LETTURA: 1 minuti

La sindaca: "Guardiamo al futuro, voglio che sia realizzato: lo chiedono la città e i tifosi giallorossi. Con i Friedkin ci vedremo al più presto"

alternate text
Foto Fotogramma

"Oggi voltiamo pagina. Come sapete, l’As Roma non voleva più il progetto Tor di Valle. Per questo in Assemblea capitolina oggi abbiamo votato la revoca della precedente delibera di interesse pubblico, chiudendo definitivamente quel capitolo. Voglio ringraziare i consiglieri di maggioranza e opposizione che con grande senso di responsabilità hanno votato oggi. Ora guardiamo al futuro. Lo stadio della Roma voglio che sia realizzato. Lo chiede la città, lo chiedono i tifosi giallorossi e anche la società. Ci vedremo al più presto con i Friedkin: è il momento di far diventare il sogno di tanti realtà". Così su Facebook la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

"Questo progetto -aggiunge- porterà investimenti per la città ma soprattutto lavoro che in questo momento di ripartenza, dopo la crisi dovuta al Covid, è la priorità per tantissime persone", conclude la sindaca con l'hashtag #AvantiConCoRAGGIo.

"L'Assemblea Capitolina ha approvato gli emendamenti proposti dal Pd che modificano sostanzialmente la delibera eliminando il punto legato ai terreni. Senza questa modifica la delibera di revoca sarebbe rimasta ferma. Nel 2017 non votammo l'interesse pubblico al progetto Raggi. Le inchieste prima e la rinuncia della Roma hanno messo la pietra tombale sul quel progetto", dice il capogruppo del PD capitolino Giulio Pelonzi in una nota.

"La città e la Roma hanno perso cinque anni a causa della Giunta Raggi. Vogliamo che Roma e la Roma abbiano lo stadio e con la revoca approvata il prossimo sindaco potrà aprire una pagina nuova. Questa amministrazione ha dimostrato di non essere capace di concretizzare nessun progetto", conclude Pelonzi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza