cerca CERCA
Mercoledì 26 Gennaio 2022
Aggiornato: 23:05
Temi caldi

Staminali: Cattaneo e D'Ambrosio Lettieri, da Aifa dati cruciali

06 febbraio 2014 | 13.38
LETTURA: 2 minuti

Roma, 6 feb. (Adnkronos Salute) - "Nel corso dell'audizione di Luca Pani, direttore generale dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), sono emersi dati di cruciale importanza che riteniamo debbano essere conosciuti dagli italiani". Lo scrivono in una nota i senatori Elena Cattaneo e Luigi D'Ambrosio Lettieri, relatori dell'indagine conoscitiva sul caso Stamina in corso in Senato.

"Innanzitutto è stato ribadito che Aifa non ha mai dato alcuna autorizzazione al metodo Stamina e che tale procedura, inesistente scientificamente - evidenziano - non si può considerare giuridicamente cura compassionevole. L'intera relazione e le slide proiettate saranno a breve disponibili sul sito del Senato, patrimonio di tutti i cittadini e di quegli operatori dell'informazione che in questi mesi hanno trattato, talvolta con molta superficialità, temi di assoluta delicatezza e gravità. Nell'immediato riportiamo alcuni passaggi del direttore Pani che ci hanno molto colpito. Pani ha affermato di non poter dire se vi è un nesso di causalità tra le morti di alcuni pazienti e le infusioni Stamina. 'Le morti dimostrano però, in modo eclatante, che i pazienti trattati non erano adeguatamente monitorati, e questo è grave'", ha detto.

"Luca Pani - sottolineano i senatori - pone una domanda provocatoria: si può guidare una automobile bendati e senza patente? La risposta è: certo, ma quali sono le conseguenze? Quali i rischi? Se anche uno solo dei pazienti di Brescia fosse morto a causa del trattamento (questo è materia di indagine giudiziaria) saremmo qui ora a discutere di deroghe alla normativa esistente? E soprattutto, abbiamo chiaro chi, nel caso dovrebbe risponderne? E se succedesse domani per le infusioni ordinate dai Giudice, chi ne risponderà?". Pani poi sottolinea che "con il cosiddetto metodo reso pubblico non servirebbe neppure un altro Comitato e basterebbe lasciare invece alla comunità scientifica mondiale ovvero alla opinione pubblicai il compito di valutarlo in totale trasparenze e indipendenza. Il che avverrebbe, probabilmente, in meno di quindici giorni, traduzione compresa". Infine,. ha avvertito i senatori che "Stamina dichiara di essere un movimento politico antiregolatorio (fonte movimentostamina.it) che si prefigge di 'ridimensionare i poteri' dell'Agenzia che dirigo, per fare in modo che entrino sul mercato inefficaci e dannosi".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza