cerca CERCA
Sabato 02 Luglio 2022
Aggiornato: 16:52
Temi caldi

Staminali: verso orecchie e naso da cellule grasso, studio londinese (2)

03 marzo 2014 | 13.53
LETTURA: 2 minuti

(Adnkronos Salute) - Certo non aiuterà a risolvere eventuali problemi di udito, ma il nuovo orecchio sarà biologicamente simile a quello reale. "Si tratta di una prospettiva eccitante - commenta alla stampa britannica Neil Bulstrode, chirurgo plastico del Great Ormond Street Hospital e coautore dello studio - Se riusciamo a produrre un blocco di cartilagine usando staminali e ingegneria tissutale, questo potrebbe essere il Santo Graal per il nostro settore".

Ogni anno migliaia di bambini nascono con questa deformità congenita. Molti hanno un orecchio interno intatto, ma sperimentano una perdita di udito a causa della mancanza della struttura esterna. Per loro questo studio potrebbe cambiare le cose, ma secondo i ricercatori il lavoro potrebbe avere riflessi anche per altri trapianti: potrebbe essere usato per ottenere ossa e altri tessuti umani, evitando il rischio di rigetto. L'italiana Patrizia Ferretti, responsabile della Developmental Biology all'Ucl, spiega sul 'Daily Mail' che "al momento prendiamo la cartilagine dalle costole" del bambino, "e questo significa una importante procedura chirurgica che crea un difetto permanente, dal momento che la cartilagine costale non ricresce. Con questa tecnica si potrebbero mettere le staminali sullo 'stampo' di un orecchio, o usare una stampante 3D per ottenere l'impalcatura a forma di orecchio che conterrà le cellule trasformate poi in staminali".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza