cerca CERCA
Lunedì 17 Gennaio 2022
Aggiornato: 05:57
Temi caldi

Statali, Madia: "Via libera ad arretrati e aumenti"

19 gennaio 2018 | 12.35
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(FOTOGRAMMA)

"Via libera al al pagamento degli arretrati e degli aumenti previsti dal nuovo contratto per la PA centrale. #RiformaPA". Così, in un tweet, il ministro Marianna Madia ha annunciato l'approvazione da parte del Consiglio dei ministri all'intesa per il rinnovo contrattuale degli statali, firmata il 23 dicembre che prevede il pagamento in busta paga a marzo di aumenti medi di 85 euro per i circa 250mila dipendenti di ministeri, agenzie fiscali, Inps e Inail e - probabilmente a febbraio - degli arretrati del 2016 e del 2017 che vanno da un minimo di 370 euro a 720 euro lordi.

Il Consiglio dei Ministri, si legge poi in comunicato di palazzo Chigi, "ha autorizzato, a norma di legge, la ministra per la Semplificazione e la Pubblica amministrazione, Maria Anna Madia, ad esprimere il parere favorevole del Governo sull'ipotesi di contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale del comparto funzioni centrali per il triennio 2016-2018", sottoscritta secondo le norme vigenti, "dando così attuazione all'impegno assunto dal Governo in ordine al rinnovo dei contratti del pubblico impiego".

"L'ipotesi di contratto, oltre al riconoscimento di incrementi retributivi - spiega la nota - prevede anche l'adeguamento dell'impianto contrattuale preesistente al mutato contesto legislativo, tenendo conto delle innovazioni introdotte in particolare dai decreti legislativi di attuazione della riforma della pubblica amministrazione".



Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza