cerca CERCA
Venerdì 26 Febbraio 2021
Aggiornato: 08:36
Temi caldi

Stefano Casanova, l’enfant prodige dell’edilizia italiana “Ecco la verità sui bonus contro la crisi economica e climatica”

19 gennaio 2021 | 11.21
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Stefano Casanova
(Viareggio, 19 gennaio 2021)

Casanova è tra i giovani emergenti più interessanti. Classe 1987, viareggino, la sua holding “Casanova Group” ha clienti di altissimo livello. Istituzioni: ha lavorato sullo storico antico Baluardo delle Mura di Lucca, il celebre Principe di Piemonte a Viareggio, la meravigliosa Torre Matilde. Tra i suoi clienti ci sono anche importanti imprenditori e professionisti internazionali, come russi o svizzeri.

Il suo motto “Trasparenza oltre l’apparenza” fa della sua azienda una delle più interessanti dell’ultima decade di costruttori toscani.

Stefano Casanova, spiega ad Adnkronos, quanto sia importante la riqualificazione delle nostre abitazioni per la transizione energetica del Paese; a patto, per , che avvenga in piena trasparenza e consapevolezza del cittadino. Oggi le opportunità per rivoluzionare casa a costi irrisori - rispetto a prima - c’è, ed è tutto vero. I bonus statali sono un’opportunità unica per la riqualificazione energetica e strutturale degli edifici, rendendo molti interventi estremamente vantaggiosi e permettendo di utilizzare lo sconto in fattura, dal 50% al 110%. Una manovra particolarmente importante per migliorare l’impatto ambientale del patrimonio edilizio italiano e anche per ridare valore ad edifici esistenti - continua Stefano Casanova - dal momento che ogni nuova costruzione dovrà infatti rispondere ai requisiti nZEB (nearly zero energy building) a partire dal 2021, è facile prevedere una progressiva perdita di valore commerciale per tutte quelle costruzioni in classe energetica bassa, oltre all’aspetto visivo più o meno fatiscente. Il superbonus, però, non garantisce a chiunque una completa ristrutturazione a costo zero, e non è l’unico da prendere in considerazione: “l’effettiva entità del risparmio e le modalità più convenienti per usufruirne sono determinate da molti fattori, tra i quali il rispetto dei requisiti d’accesso al Bonus e la tipologia di intervento che si sceglie di realizzare". Alla luce di ciò, le imprese edili giocano un ruolo cruciale nella corretta informazione: il rischio che possono incorrere le persone che si affidano a imprese non trasparenti o non preparate è quello di andare incontro a spese molto più alte di quelle attese.

“Innanzitutto, occorre affidarsi a un’azienda che offra una soluzione completa per rispondere ai requisiti richiesti dalla normativa, e che allo stesso tempo garantisca tutto lo svolgimento della documentazione necessaria. In caso contrario, il rischio è quello di trovarsi soli di fronte alle pratiche burocratiche sbagliando qualcosa nelle procedure e precludersi così questa opportunità straordinaria e unica, noi come Casanova Group, per il bonus 50% o 110% siamo molto sensibili a certificazioni, processo, sicurezza.

“Nel nostro pacchetto dedicato ai nuovi Bonus, oltre a un sistema strutturato per seguire il cliente in tutte le fasi, sono incluse assicurazioni integrali che garantiscono al cliente le massime funzionalità”, continua Casanova. In questo modo, i bonus diventano un investimento sicuro che permette di risparmiare non solo sui lavori, ma anche di tagliare i consumi trasferendo il risparmio a lungo

termine anche in bolletta o come investimento sul fabbricato.

Tra i bonus casa utilizzabili nel 2021 è stato confermato il “bonus ristrutturazioni”. Si tratta dell’ormai consueta detrazione fiscale del 50% per i contribuenti che effettuano lavori di manutenzione straordinaria, ristrutturazione edilizia in condominio o in edifici singoli.

La detrazione del 50% è suddivisa in quote annuali spalmate su dieci anni, l’ecobonus, ossia la detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, resta fermo al 50% per gli infissi, biomassa e schermature solari e al 65% per le altre tipologie. Confermato al 50% anche il bonus ristrutturazioni, per gli interventi di recupero edilizio e al 90% il bonus facciate, per la ristrutturazione delle facciate esterne degli edifici. Dunque, come sostiene Stefano Casanova le possibilità ci sono eccome.

Per maggiori informazioni

Sito web: www.stefanocasanovagroup.com

Responsabilità editoriale: TiLinko – Img Solutions srl

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza