cerca CERCA
Mercoledì 21 Aprile 2021
Aggiornato: 12:54
Temi caldi

Stellantis, l'auto del futuro nei disegni dei figli dei dipendenti

01 aprile 2021 | 20.07
LETTURA: 2 minuti

Iniziativa promossa da Comunicazione Interna e Centro Stile di Torino

alternate text

Hanno nomi fantasiosi come 'SunRocker' perché funziona con i pannelli solari, 'Alfa Sport Aurelia', 'Luna, la macchina dei sogni', 'Fiat Rainbow', 'Ecostella', con tettuccio a forma di foglia e l'obiettivo di ridurre le emissioni di Co2 e 'Walf H2O' perché alimentata a energia solare. Sono le macchine del futuro immaginate dai figli dei dipendenti di Stellantis, nel periodo di lockdown. A realizzarle Andrea, Manuel, Sofia, Stefano, Stella, Viola con età compresa tra i 6 e i 12 anni che hanno disegnato con matite e pennarelli colorate i loro sogni di bambini.

L'iniziativa rientra nelle nuove e numerose forme di dialogo che in questo anno di emergenza sanitaria legata alla pandemia da Covid 19 l’azienda ha attuato a livello digitale con i dipendenti. In particolare ha riscosso un notevole successo quella promossa dalla Comunicazione Interna e dal Centro Stile di Torino rivolta ai figli dei dipendenti, che sono stati invitati, attraverso la rete Intranet aziendale, a disegnare la macchina del futuro e condividerla con l’intera comunità Stellantis.

Per partecipare i bambini e le loro famiglie hanno ascoltato un video messaggio di Klaus Busse, designer di Stellantis, che ha dato spunti e informazioni per disegnare la macchina dei loro sogni proiettata nel futuro. Sono stati 54 i bambini che, con grande entusiasmo e passione, hanno aderito all’iniziativa e con l’aiuto dei genitori hanno scannerizzato i loro disegni e caricato i file sulla piattaforma Intranet The Hub nella sezione a loro riservata.

Klaus Busse, insieme ad un team dedicato, ha poi personalmente selezionato i 6 lavori migliori. I piccoli designers vincitori, residenti a Torino, Grugliasco e Volvera, nel torinese, e ad Arese, nel milanese, hanno potuto partecipare nei giorni scorsi ad una tavola rotonda virtuale e dialogare con Klaus Busse che ha spiegato le motivazioni di questa iniziativa: il desiderio dell’azienda di stare vicino alle famiglie e di far conoscere ai bambini l’ambiente in cui lavorano i loro genitori e soprattutto il bisogno di pensare al futuro e di sognare.

Alla fine dell’incontro Klaus Busse ha voluto fare un augurio a Andrea, Manuel, Sofia, Stefano, Stella, Viola e a tutti i bambini che hanno partecipato all’iniziativa. ''Ricordatevi sempre di usare i colori per dipingere la Vita. Sognate, sognate, sognate. E Vi assicuro che sarete felici. Cercate qualcosa che Vi piace e fatela”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza