cerca CERCA
Sabato 03 Dicembre 2022
Aggiornato: 17:32
Temi caldi

Premi: ricerca senza animali, Lush Prize a 18 progetti da 11 Paesi

15 novembre 2017 | 14.04
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Assegnato a 18 progetti provenienti da 11 Paesi il fondo di 367mila euro del Lush Prize, riconoscimento che sostiene le eccellenze scientifiche che perseguono l’obiettivo di trovare alternative valide e sicure per la completa abolizione dei test sugli animali.

Il Lush Prize nasce da una collaborazione tra Lush, brand etico di cosmetici freschi e fatti a mano, e Ethical Consumer, cooperativa di ricerca e consulenza, per supportare una animal-free toxicology ed è creato per premiare gruppi o singoli individui che operano nel campo della ricerca scientifica cruelty-free, della sensibilizzazione dell’opinione pubblica e della promozione di politiche di intervento volte ad aiutare a porre fine ai test sugli animali.

L’edizione 2017 ha visto 66 finalisti tra scienziati, giovani ricercatori e gruppi di ricerca provenienti da 29 Paesi al mondo. "Quest’anno abbiamo ricevuto candidature da 38 Paesi al mondo, il numero più alto mai registrato. I nostri giudici continuano a essere positivamente colpiti non solo dall’alta qualità dei progetti scientifici e delle iniziative proposte per porre fine ai test sugli animali, ma anche e soprattutto dalla grande integrità dei giovani ricercatori che si battono per evitare l’utilizzo di animali in laboratorio sia per ragioni scientifiche sia etiche", sottolinea Craig Redmond, portavoce del Lush Prize.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza