cerca CERCA
Martedì 25 Gennaio 2022
Aggiornato: 21:51
Temi caldi

Via libera della Camera all'articolo 1 del ddl Riforme: stop al bicameralismo perfetto

19 gennaio 2015 | 19.44
LETTURA: 2 minuti

Il nuovo articolo 55 della Costituzione prevederà che il Parlamento continui ad articolarsi in Camera e Senato, ma i due organi avranno composizione diversa e funzioni in gran parte differenti

alternate text

Via libera dalla Camera all'articolo 1 del ddl di riforma costituzionale, con 293 voti favorevoli e 134 contrari. Viene superato il bicameralismo paritario, per cui il nuovo articolo 55 della Costituzione prevederà che il Parlamento continui ad articolarsi in Camera e Senato, ma i due organi avranno composizione diversa e funzioni in gran parte differenti.

In particolare al Senato verrà attribuita la rappresentanza degli Enti territoriali nonché di raccordo tra lo Stato e gli altri enti costitutivi della Repubblica e tra questi ultimi e l’Unione europea. L'Assemblea di Palazzo Madama, inoltre, concorrerà, nei casi e secondo le modalità stabilite dalla Costituzione, alla funzione legislativa. Alla Camera, che “rappresenta la Nazione” e di cui non è modificata la composizione, spetterà la titolarità del rapporto di fiducia e della funzione di indirizzo politico, nonché il controllo dell’operato del governo.

Solo Pippo Civati nel Pd ha votato no all'articolo 1 del ddl. In Forza Italia invece si sono contati 13 voti in dissenso: Trifone Altieri, Michaela Biancofiore, Maurizio Bianconi, Sandro Biasotti, Daniele Capezzone, Gianfranco Chiarelli, Antonio Distaso, Alberto Giorgetti, Pietro Laffranco, Cosimo Latronico, Roberto Marti, Rocco Palese, Saverio Romano.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza