cerca CERCA
Mercoledì 12 Maggio 2021
Aggiornato: 19:59
Temi caldi

'Stop all'invasione degli immigrati'. Lega in piazza a Milano

18 ottobre 2014 | 17.59
LETTURA: 4 minuti

Migliaia di persone alla manifestazione. Salvini: "A Strasburgo insieme a Le Pen chiederò la sospensione di Schengen". In piazza Duomo srotolato striscione anti-Carroccio: 'Milano ha accolto sempre tutti, anche i leghisti'. Il ministro Lupi: "Contento che ringrazino Alfano per aver di fatto chiuso Mare Nostrum". Ambrosoli: "Parata provinciale e retrograda".Qualche momento di tensione al corteo anti-Carroccio

alternate text
Lega in piazza a Milano (twitter/Salvini)

Dai Bastioni di Porta Venezia fino a piazza Duomo. Lega in corteo a Milano contro l'immigrazione e l'operazione Mare nostrum. 'Secessione, secessione, secessione', 'Milano libera', 'Fuori dai confini' sono stati alcuni degli slogan scanditi da alcune migliaia di persone che durante il percorso, all'altezza di Palazzo Marino, hanno alzato i decibel per gridare il loro 'no' alla costruzione della moschea nel capoluogo lombardo.

SALVINI - "E' la svolta della gente per bene" ha detto il segretario federale del Carroccio, Matteo Salvini, sottolineando la presenza in piazza di esponenti di Casapound e anche di ''gente di sinistra''. "Noi siamo qui non perché siamo contro gli stranieri, contro gli immigrati, ma perché siamo contro i clandestini", ha detto Salvini dal palco. "Migliaia e migliaia di disperati che vengono da noi - ha aggiunto - significano una concorrenza sleale nei confronti dei nostri lavoratori e non ne abbiamo bisogno. Bisognerebbe fare come gli altri Paesi, difendere i confini e aiutare chi ha bisogno nel loro Paese, dando la priorità agli italiani". Poi l'annuncio. ''Martedì sarò a Strasburgo e chiederò, con i nostri alleati e con Marine Le Pen, che venga sospeso Schengen e che vengano controllati i confini". L'emergenza vera, ha aggiunto, ''è a Bruxelles dove attorno a un tavolo siedono loschi banchieri. Oggi siamo qui in tanti, ma la prossima volta saremo buoni ma non fessi e questo è l'ultimo avviso che lanciamo a Bruxelles".

STRISCIONE ANTI-LEGA - Fischi e insulti hanno accolto uno striscione contro la Lega Nord, srotolato da un balcone affacciato su piazza del Duomo proprio mentre sul palco iniziavano gli interventi. "Milano ha accolto sempre tutti, anche i leghisti", hanno scritto due persone che si sono affacciate applaudendo ironicamente i manifestanti.

"Sono contento che oggi la Lega festeggerà il ministro Alfano" ha detto ironico il ministro delle Infrastrutture ed esponente del Ncd, Maurizio Lupi. "Sono contento che oggi la Lega faccia questa manifestazione per ringraziare Alfano che di fatto ha chiuso Mare Nostrum. Loro - ha aggiunto Lupi riferendosi agli esponenti del Carroccio - hanno parlato e pensato di prendere qualche voto facendo demagogia populista mentre invece c'è chi si è rimboccato le maniche e ha detto che per un anno andava bene Mare Nostrum come grande segno umanitario ma dal primo novembre Mare Nostrum finisce e per la prima volta l'Europa se ne assume la responsabilità tutelando i nostri confini".

Per Umberto Ambrosoli del Patto Civico "la parata leghista contro gli immigrati non fa onore né alla città né alla Lombardia. È solo la dimostrazione di un provincialismo retrogrado e che peraltro si dimostra cieco di fronte a quella che specialmente al Nord, e nella nostra regione in particolare, rappresenta un dato di fatto incontrovertibile: la vera ricchezza del nostro territorio è dovuta in larghissima parte al lavoro degli immigrati e alla loro presenza in quasi tutti i settori di sviluppo". Ambrosoli sottolinea, invece, il suo pieno sostegno alla posizione della Caritas. "Soffiando sul razzismo per pura propaganda di partito - continua Ambrosoli - non si risolve nessun problema. Se ci apriamo al mondo, possiamo svolgere un nostro ruolo di tolleranza e di mediazione".

CORTEO ANTI-LEGA - Solo momenti di tensione si sono registrati al corteo anti-Lega tenutosi in contemporanea con quello leghista sempre nel centro di Milano, a piazza Santo Stefano. Alcune persone hanno lanciato in aria dei fuochi d'artificio mentre un ragazzo si è arrampicato in cima a una gru senza misure di sicurezza né protezioni, piazzando a metà altezza una bandiera rossa e un fumogeno. Alla manifestazione, secondo gli organizzatori, avrebbero partecipato diecimila persone mentre per la Questura sarebbero non più di duemila-tremila.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza