cerca CERCA
Giovedì 07 Luglio 2022
Aggiornato: 07:34
Temi caldi

Storici: e' morto Gabriel Kolko, autore di "I limiti della potenza americana"

21 maggio 2014 | 10.20
LETTURA: 1 minuti

Lo storico statunitense Gabriel Kolko, grande specialista di storia della politica americana ed estera del XX secolo, è morto nella sua casa di Amsterdam all'età di 81 anni dove si era ritirato a vivere un decennio fa, dopo il pensionamento. Kolko si specializzò in storia all'Università di Harvard, dove fu membro della lega studentesca per la democrazia industriale con Jesse Lemsich, diventando a metà degli anni '60 uno dei piu' noti giovani intellettuali della sinistra radicale americana, protagonista delle contestazioni nei campus contro la guerra in Vietnam.

Nel 1970 Kolko divenne professore del dipartimento di storia alla York University di Toronto, di cui era professore emerito. Il suo nome è noto, oltre che per i suoi saggi sulla guerra in Vietnam, per alcuni memorabili lavori, tra cui ''I limiti della potenza americana. Gli Stati Uniti nel mondo dal 1945 al 1954'' (1972), con traduzioni in sedici lingue, pubblicato in Italia da Einaudi, scritto con la moglie Joyce Manning.

Di recente ha scritto ''Il libro nero della guerra'', pubblicato in Italia da Fazi Editore nel 2005. Tra i suoi libri tradotti in italiano anche ''Ricchezza e potere in America'' (Einaudi, 1964). Gabriel Kolko, considerato fra i migliori storici americani contemporanei, noto a lungo per il suo impegno di attivista progressista, ha fornito sintesi magistrali e panorami di impareggiabile ampiezza sulle guerre del '900, e in particolare sui loro effetti politico-sociali. Kolko ha esaminato nei suoi saggi i maggiori conflitti dal punto di vista politico, militare, sociologico ed economico.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza