cerca CERCA
Martedì 30 Novembre 2021
Aggiornato: 14:10
Temi caldi

Sudan: donna stuprata condannata per atti osceni, rischiava lapidazione

21 febbraio 2014 | 11.28
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - E' stata condannata a un mese di carcere con sospensione della pena e al pagamento di una cauzione pari a 961 dollari la donna etiope che nell'agosto scorso è stata stuprata da sette uomini a Khartoum mentre era incinta di tre mesi. Lo riferisce il suo avvocato alla Bbc spiegando che la vittima dello stupro, 18 anni, è stata riconosciuta colpevole di ''atti osceni''. Se fosse stata riconosciuta colpevole di adulterio, come si temeva alla vigilia della sentenza, la donna avrebbe rischiato la pena di morte tramite lapidazione. La vittima era infatti sposata al momento dello stupro e ora è al nono mese di gravidanza.

Etiope, la donna dovra' pero' ora affrontare un secondo processo per ingresso illegale in Sudan in base a quanto prevede la legge sull'immigrazione e sui passaporti. La donna era stata arrestata lo scorso 17 gennaio e a nulla erano serviti gli appelli di avvocati e attivisti per il suo rilascio. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza