cerca CERCA
Domenica 14 Agosto 2022
Aggiornato: 00:08
Temi caldi

Sudan: presidente Italians for Darfur, lavoro a incontro tra Papa e Meriam

24 luglio 2014 | 10.28
LETTURA: 2 minuti

Roma, 24 lug. (Adnkronos/Aki) - "E' la fine di un incubo per Meriam e la sua famiglia". Così Antonella Napoli, presidente dell'ong Italians for Darfur, commenta l'arrivo a Roma della donna cristiana condannata a morte per apostasia in Sudan e poi liberata. "Ora il mio impegno è quello di mantenere la promessa fatta a Meriam di farle incontrare Papa Bergoglio. Ho già parlato con Padre Lombardi (il portavoce vaticano, ndr) per organizzare l'incontro", spiega Napoli ad Aki-Adnkronos International.

"La notizia del rientro di Meriam è il compimento di un'azione internazionale in cui l'Italia ha avuto un ruolo di primo piano - prosegue la presidente di Italians for Darfur - Ieri pomeriggio, quando ho avuto la conferma che Meriam sarebbe arrivata in Italia, è stato uno dei momenti più belli della mia vita e questo è stato merito anche dell'ambasciatrice sudanese in Italia".

"Il governo italiano - conclude Napoli - ha raccolto l'appello di Italians for Darfur e ha fatto in modo che questa vicenda si concludesse nell'unico modo possibile".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza