cerca CERCA
Lunedì 14 Giugno 2021
Aggiornato: 20:32
Temi caldi

Super batteri, nuovo antibiotico 'cavallo di Troia'

26 ottobre 2018 | 14.08
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Afp)

Un farmaco che funziona come un vero e proprio 'cavallo di Troia' per ingannare, come nella leggenda greca, i propri nemici. In questo caso non soldati, ma batteri. A metterlo a punto gli scienziati della Shionogi, che riportano risultati promettenti nei primi studi clinici, pubblicati su 'Lancet Infectious Diseases'.

Gli esperimenti, condotti su 448 persone con infezione renale o del tratto urinario, mostrano che la nuova molecola vanta un'efficacia uguale a quella dei trattamenti attuali che però stanno perdendo la loro forza terapeutica a causa della crescente resistenza, sviluppata dai microrganismi nei confronti dei medicinali. Come cavallo di Troia viene usato il ferro: il nuovo antibiotico, chiamato Cefiderocol, si lega a questa sostanza che lo 'nasconde' agli occhi dei batteri, che in questo modo, inconsapevoli, lo trasportano oltre le loro difese e all'interno delle loro cellule.

Simon Portsmouth, che sta guidando la ricerca internazionale, citato dalla Bbc online spiega: "Durante un'infezione acuta, una delle nostre innate risposte immunitarie è quella di creare un ambiente povero di ferro. In risposta, i batteri ne devono aumentare l'apporto. Cefiderocol si lega al ferro e, in un processo che è un errore mortale per i batteri, viene trasportato al loro interno, distruggendoli. In più, il Cefiderocol si è dimostrato sicuro e tollerabile". Ora la parola a ulteriori approfondimenti scientifici.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza