cerca CERCA
Domenica 09 Maggio 2021
Aggiornato: 00:32
Temi caldi

Superlega, Codacons: "Esposto ad Antitrust per abuso di posizione dominante"

20 aprile 2021 | 12.53
LETTURA: 2 minuti

L'associazione invita a boicottaggio abbonamenti tifosi Juve, Inter e Milan

alternate text

La nuova Superlega europea di calcio viene denunciata all’Autorità garante per la concorrenza e all’Antitrust Ue. A presentare l’esposto alle due istituzioni il Codacons, che chiede di aprire un formale procedimento contro i club coinvolti per la possibile fattispecie di abuso di posizione dominante. "E’ evidente -spiega all'Adnkronos il presidente Carlo Rienzi- che i 12 club che hanno costituito una vera e propria lobby denominata 'Superlega' hanno abusato della propria posizione di superiorità economica per creare un nuovo torneo che porterà nelle casse di ogni società circa 350 milioni di euro all’anno".

Una decisione che "da un lato esclude le altre squadre di calcio creando una inaccettabile discriminazione basata su fattori esclusivamente economici e non sportivi -spiega l'associazione- dall’altro accrescerà il potere finanziario delle società inserite nella Superlega, con effetti a cascata su tutti gli altri campionati evidentemente alterati da tale squilibrio, e danni per tutti i tifosi del calcio che verrebbero privati della componente 'sana' dello sport, ossia la competizione ad armi pari tra le diverse squadre".

La normativa antitrust, si legge nell'esposto del Codacons, "riserva un'attenzione particolare alle imprese che detengono una posizione dominante all'interno del mercato poiché esse possono falsare e distorcere la libera concorrenza qualora vengano poste in essere condotte di sfruttamento di tale situazione ritenute abusive". L'abuso di posizione dominante "si concretizza quando l’impresa sfrutta il proprio potere impedendo ai concorrenti di operare sul mercato con conseguente danno anche per i consumatori. L'impresa in posizione dominante ha dunque la responsabilità di non tenere un comportamento che ostacoli lo svolgimento di una concorrenza effettiva all'interno del mercato", prosegue l'esposto.

La fattispecie "trova la propria principale fonte di regolamentazione nell'art. 102 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea (Tfue) (ex articolo 82 del Tce) in forza del quale è incompatibile con il mercato interno, lo sfruttamento abusivo da parte di una o più imprese di una posizione dominante sul mercato interno o su una parte sostanziale di questo. Proprio in favore degli utenti dello sport, "il Codacons lancia il boicottaggio delle squadre di calcio italiane che aderiscono alla Superlega, chiedendo ai tifosi di Juventus, Milan e Inter di disdire gli abbonamenti e qualsiasi rapporto in essere con le tre società e non rinnovarli per il futuro", conclude l'associazione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza