cerca CERCA
Venerdì 27 Gennaio 2023
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Svizzera: Credit Suisse, da quote immigrati conseguenze su Pil e lavoro

10 febbraio 2014 | 12.09
LETTURA: 2 minuti

Berna, 10 feb. - (Adnkronos/Ats) - Il sì al referendum proposto dall'Udc "Contro l'immigrazione di massa" potrebbe avere pesanti conseguenze per l'economia e un impatto negativo sul mercato del lavoro in Svizzera. Lo affermano alcuni esperti, svizzeri, tra cui gli economisti del Credit Suisse, secondo cui il Prodotto interno lordo (Pil) della Svizzera potrebbe calare di 1,2 miliardi di franchi o dello 0,3% durante il periodo di transizione di tre anni. L'incertezza legata al risultato del voto potrebbe spingere le imprese ad essere più prudenti nell'assunzione di dipendenti svizzeri e stranieri, precisano gli economisti in una nota. Per quanto riguarda l'impiego, ritengono che durante il periodo di transizione potrebbero essere creati 80mila posti in meno.

Più prudente Boris Zürcher. Il capo della direzione del lavoro presso la Seco (Segreteria di Stato dell'economia) ritiene infatti che sia troppo presto per esprimersi sugli effetti dell'approvazione dell'iniziativa. L'impatto non sarà immediato, ma aumenterà l'insicurezza sul mercato dell'occupazione perché non c'è chiarezza sull'applicazione della decisione, ha rilevato. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza