cerca CERCA
Martedì 29 Novembre 2022
Aggiornato: 19:45
Temi caldi

Tabaccaio non risponde ai pm

07 giugno 2019 | 13.58
LETTURA: 2 minuti

L'uomo, molto provato, sarà ascoltato prossima settimana

alternate text
(Fotogramma)

Si è avvalso della facoltà di non rispondere il tabaccaio 67 enne che questa notte durante un tentativo di rapina nella sua tabaccheria ha sparato uccidendo un giovane moldavo. Accompagnato dal suo legale, l’uomo al suo arrivo in procura è apparso molto provato, pertanto,  si è deciso di rinviare l’interrogatorio alla prossima settimana per conoscere la sua versione su come si sono svolti i fatti. L’uomo è indagato per eccesso colposo di legittima difesa.

"Si tratta di un atto dovuto per garantirgli il diritto della difesa e la presenza di un avvocato. - spiega il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando - nella vicenda ci sono molti punti da chiarire e per capire se è possibile applicare la normativa sulla legittima difesa e’ condizione indispensabile  ricostruire in modo puntuale lo svolgimento dei fatti".

Il ladro, secondo i primi accertamenti, sarebbe stato raggiunto al petto da uno dei due colpi sparati dal tabaccaio che, a quanto si e’ appreso, in passato avrebbe già subito dei furti.

Sempre secondo quanto si è appreso, la vittima, che era travisata, e' stata trovata in strada all'esterno della tabaccheria. Le altre due persone che erano con lui si sono date alla fuga. I tre avevano già smurato dalla tabaccheria una macchinetta cambia soldi e l'avevano caricata su un furgone. Sul posto sono in corso gli accertamenti della polizia.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza