cerca CERCA
Martedì 05 Luglio 2022
Aggiornato: 14:20
Temi caldi

Banca Centrale Europea

Bce: Alemanno, 'Banca centrale e guerra trascinano paese in recessione'

"Dopo la pandemia e in piena guerra ucraina la Bce di Lagarde non trova niente di meglio che sospendere l'acquisto dei titoli di stato e aumentare il tasso di sconto. Un colpo durissimo all'economia dei Paesi europei e in particolare dell'Italia che dimostra la totale incapacità delle istituzioni europee di sostenere lo sviluppo e il lavoro dei paesi membri". È quanto ha dichiarato l'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno durante l'intervista di oggi a Tgcom24.

alternate text

Carige, Bper riceve ok Bce all'acquisizione di una quota di controllo

Bper Banca ha ricevuto dalla Bce oggi l’autorizzazione all’acquisizione di una partecipazione di controllo diretto in Banca Carige e, indiretto, nelle sue controllate Banca Monte di Lucca spa e Banca Cesare Ponti spa. L’autorizzazione, si legge in una nota, fa seguito alla presentazione, da parte di Bper Banca, della relativa istanza, a valle della sottoscrizione, il 14 febbraio 2022, del contratto di acquisizione della partecipazione di circa l’80% del capitale sociale ordinario di Carige dete...

alternate text

Bce, possibile forte ripresa nel 2022 ma attenti a spread e inflazione

Dopo la crisi legata al Covid, "la ripresa dell’economia dell’area dell’euro prosegue e il mercato del lavoro sta migliorando ulteriormente, grazie all’ingente sostegno delle politiche economiche" ma è "probabile che la crescita rimanga contenuta nel primo trimestre del 2022, dato che l’ondata pandemica in corso continua a gravare sull’attività economica". E' moderatamente ottimista lo scenario tracciato dalla Bce nel suo Bollettino Economico, in cui prevede che "oltre il breve periodo, nell’area...

alternate text

Lagarde ribadisce: "Ogni aggiustamento sarà graduale"

La Bce resta "impegnata ad ottemperare al suo mandato relativo alla stabilità dei prezzi, come abbiamo fatto per vent'anni. Il nostro obiettivo è un tasso di inflazione del 2% nel medio termine. Per raggiungerlo, agiremo al momento giusto".

alternate text

La Bce spinge al ribasso le borse, banche positive

Dal meeting della Banca Centrale Europea è emerso quello che gli analisi andavano dicendo da un po’: nell’anno corrente anche la banca centrale di Eurolandia potrebbe incrementare il costo del denaro. Se fino all’ultimo meeting Christine Lagarde & Co. avevano fermamente negato questa eventualità nell’anno corrente, da oggi siamo ufficialmente nel territorio in cui si valuteranno i dati e si deciderà sul da farsi.

alternate text

Titoli Stato, Meritocrazia Italia: "Lo Spread non sia ricatto perpetuo, il governo reagisca"

"Oramai in maniera ciclica, l’Italia ed i Btp ricadono sotto il “fuoco incrociato” delle decisioni della Bce e di investitori vari, le cui determinazioni lasciano letteralmente “con il fiato sospeso” il nostro Paese, con particolari risvolti in materia di politiche imprenditoriali, economiche, monetarie e finanche sociali. Ed allora sorge spontanea la domanda: come mai non si pone rimedio a questa debolezza strutturale del nostro Paese?" Lo afferma Meritocrazia Italia in una nota. "Siamo ora sott...

alternate text

Piazza Affari positiva nel giorno della BCE, balzo dello spread

Le borse europee chiudono poco mosse nel giorno del meeting della Banca Centrale Europea. Nonostante, come da attese, la riunione della BCE si sia chiusa con un nulla di fatto in termini di politica monetaria, la conferenza stampa di Christine Lagarde ha rappresentato un’occasione utile per provare a comprendere le future mosse dell’istituto con sede a Francoforte.

alternate text

Piazza Affari chiude positiva dopo Bce

I tassi di interesse resteranno ai livelli attuali, o più bassi, fino a quando l’inflazione non si stabilizzerà in quota 2%. Questo è il messaggio “dovish”, da colomba, emerso dal meeting della Bce di oggi, il primo da quando la guidance sull’inflazione è stata portata ad un “2% simmetrico”.

alternate text

Ftse Mib debole, spread a 100pb

Chiusura di seduta all’insegna della cautela per le borse europee in una seduta inevitabilmente condizionata dal meeting della Banca Centrale Europea e dall'aggiornamento relativo l’inflazione USA.

Edilizia, Pittini (Hera Holding): "Da banche volontà di aiutare, problema sono norme Bce"

Dalle banche ci sarebbe la volontà nel supportare il comparto dell'edilizia e tutto il suo indotto "ma faticano a sostenerlo perché è considerato un settore a rischio e le norme della Bce prevedono in caso di finanziamento, un assorbimento di capitale da parte degli istituti di credito superiore a quelli che ci sarebbero in una normale attività". Lo ha detto, all'Adnkronos, il presidente di Hera Holding, Oscar Pittini.

alternate text

Ftse Mib consolida sopra 24mila punti

Nuova chiusura positiva per l’azionario milanese che, già in rialzo, nel corso della seconda parte ha potuto contare sulla sponda offerta del meeting della Banca Centrale Europea. Nel confermare il costo del denaro ai livelli attuali, e su questo non vi erano dubbi, l’istituto guidato da Christine Lagarde ha annunciato maggiori acquisti di titoli nel secondo trimestre.

alternate text

Ftse Mib debole, sale lo spread

Piazza Affari chiude in rosso nel gran giorno della Banca Centrale Europea. Poco mossi nella prima parte, i listini europei nel corso del pomeriggio hanno imboccato la via dei ribassi dopo che il n.1 della BCE, Christine Lagarde, ha evidenziato come i rischi per le economie di Eurolandia siano ancora orientati al ribasso, anche se meno pronunciati rispetto a qualche tempo fa.

alternate text

Premi: sesta edizione 'Roma' assegnato a Mario Draghi

Roma, 12 dic. - E' stato assegnato all'ex presidente della Bce Mario Draghi, il 'Premio Roma allo sviluppo del Paese' che sottolinea "l’eccezionale lavoro svolto presso organismi nazionali e mondiali, arricchito, in tempi più recenti,da un mirabile e fecondo impegno a livello europeo, elevando l’euro a strumento di salvaguardia del bene comune".

alternate text

Borsa: Milano chiude piatta nel gran giorno della Bce

Come da copione, nella riunione di oggi della Banca centrale europea l’istituto guidato da Christine Lagarde ha confermato il costo del denaro e potenziato gli stimoli alle economie di Eurolandia. In particolare, spicca l’aumento di 500 a 1.850 miliardi di euro degli acquisti di titoli del programma Pepp, che sarà prolungato di nove mesi almeno fino a marzo 2022, e la proroga della terza tranche di Tltro, le operazioni di liquidità di lunga durata, con condizioni più favorevoli e durata che passa...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza