cerca CERCA
Mercoledì 28 Settembre 2022
Aggiornato: 13:35
Temi caldi

Borsa Milano

alternate text

Venerdì nero per Piazza Affari, tonfo delle banche

Chiusura di settimana da incubo per il listino di Piazza Affari, spinto al tappeto da un doppio colpo da ko: prima l’esito del meeting della Bce di ieri, in cui è stata chiara la vittoria dei “falchi” a scapito di quei membri del board a favore di misure per calmierare l’allargamento degli spread sovrani, e poi dalle indicazioni arrivate dall’inflazione Usa.

alternate text

La settimana di Piazza Affari parte con il segno più

Il via libera delle autorità cinesi alle riaperture ha permesso alle borse europee di iniziare la settimana in solido rialzo. Indicazioni positive sono arrivate anche da Francoforte dove, secondo i ben informati, la Bce starebbe pensando ad un piano per calmierare i rendimenti dei titoli di Stato dei Paesi più indebitati (il rumor ha permesso allo spread Btp-Bund di chiudere in rosso di quasi il 2% a 209 punti base).

alternate text

Piazza Affari in rosso, forte calo per lo spread

Partita positiva, Piazza Affari ha progressivamente perso terreno terminando la seduta in rosso. Dopo i dati relativi all’inflazione di Eurolandia, salita a livelli da record a maggio, oggi i listini continentali hanno dovuto fare i conti con un indice Pmi manifatturiero che nel mese che si è da poco concluso è sceso sui minimi da 18 mesi a 54,6 punti.

alternate text

Piazza Affari in rosso, preoccupa l’inflazione

Chiusura ai minimi intraday per le borse europee, spinte al ribasso nel corso della seduta dalle indicazioni relative l’andamento dell’inflazione di Eurolandia, salita a maggio al nuovo massimo storico dell’8,1%.

Borsa: i cinque titoli migliori del Ftse Mib, in vetta Saipem

Saipem è il titolo migliore di Piazza Affari e guida i rialzi dei primi cinque migliori titoli della seduta di Borsa, per lo più azioni del risparmio gestito. Il titolo del gruppo energetico avanza del 5,68% a 5,47 euro. Il secondo posto nella top five spetta ad Azimut holding (+2,79%) a 19,7 euro, il terzo a Banca Generali, che scambia a 32,09 euro (+2,66%). Subito dopo spicca Pirelli, che guadagna il 2,19% a 4,52 euro. Al quinto posto c'è Banca Mediolanum (+1,84%) a 7,30 euro.

alternate text

Piazza Affari ritraccia, spread torna sopra i 200 punti

In deciso rialzo per gran parte della seduta, in corrispondenza della chiusura degli scambi i listini europei hanno praticamente azzerato i guadagni. A sostenere gli acquisti nella prima parte è stata la decisione delle autorità cinesi di ridurre i saggi sui prestiti a 5 anni mentre nel corso del pomeriggio la debolezza di Wall Street ha consigliato, anche in vista del weekend, una maggiore prudenza.

alternate text

Piazza Affari poco mossa, i conti spingono Generali

Chiusura di seduta all’insegna della debolezza per Piazza Affari, appesantita dalla debolezza di Wall Street, che ieri ha fatto segnare la seduta peggiore dal giugno 2020, dalle tensioni relative lo stato di salute dell'economia globale e da quelle in arrivo dall’Ucraina.

alternate text

Piazza Affari positiva, banche in evidenza

Chiusura positiva per Piazza Affari che, come del resto anche gli altri listini europei, si è mossa in scia delle indicazioni arrivate dalla Cina, dove il miglioramento della situazione sanitaria potrebbe spingere le autorità ad allentare le restrizioni.

alternate text

I cinque migliori titoli del Ftse Mib, svetta Nexi

Nexi è maglia rosa della Borsa di Milano, che chiude la giornata con un deciso rialzo (+1,12%) dopo una serie di sedute fiacche. Il gruppo dei pagamenti digitali archivia gli scambi in progresso del 4,19% a 8,96 euro. Gli altri quattro titoli più comprati nella giornata sono Unipol (+3,3%), Iveco (+3,2%), Banco Bpm (+3,04%) e Stmicroelectronics (+2,66%). In controtendenza, in fondo al paniere, si trovano Hera, che chiude a 3,4 euro (-1,65%) e Diasorin (-1,25%).

alternate text

Piazza Affari poco mossa, i conti spingono Interpump

Avvio di settimana in sostanziale parità per una Piazza Affari che si è trovata a fare i conti con le indicazioni negative in arrivo dalla Cina, dove i numeri macroeconomici certificano l’indebolimento dell’economia dovuto alle restrizioni anti-Covid, e con la revisione al ribasso delle stime di crescita da parte delle autorità europee.

alternate text

Piazza Affari rimbalza, Ftse Mib senza segni meno

Dopo l’anticipazione arrivata ieri, oggi è stato il giorno del rimbalzo delle borse europee dopo il sell-off registrato in avvio di settimana. Alla vigilia del meeting della Banca Centrale Europea, il nostro Ftse Mib ha registrato un rialzo del 2,36% fermandosi a 24.675,61 punti mentre lo spread Btp-Bund ha segnato un -1,6% a 113 punti base.

alternate text

Borsa Milano in rosso, prese di beneficio sulle banche

Seduta all’insegna della debolezza per Piazza Affari che, dopo un inizio in positivo, ha ritracciato in scia delle prese di beneficio sui titoli del comparto bancario. Dopo i forti guadagni delle ultime sedute, BPER Banca ha terminato con -4,8% e la controllante Unipol è scesa del 3,83%.

alternate text

Borsa Milano in parità, banche in fermento

Dopo esser stata penalizzata in avvio di ottava dallo stacco cedole, Piazza Affari ha terminato la seduta in parità (+0,01% a 24.892,9 punti). A Milano, in particolare evidenza troviamo l’accoppiata BPER Banca - Banco BPM, in rialzo rispettivamente del +2,21 e dell’1,33 per cento.

Ftse Mib in rosso, sale lo spread

Seduta in deciso territorio negativo per le borse europee che, in attesa della pubblicazione dei verbali dell’ultima riunione della Federal Reserve, si sono trovate, come spesso accade negli ultimi tempi, a dover fronteggiare i timori di inflazione.

alternate text

Ftse Mib inizia l’ottava con il segno più

In un contesto europeo che ha iniziato l’ottava all’insegna della debolezza, il Ftse Mib ha fatto registrare la performance migliore chiudendo a 24.862,68 punti, +0,39% rispetto al dato precedente. Nuovo segno più per lo spread con i titoli made in Germany, salito del 2,3% a 118 punti base.

alternate text

Piazza Affari, l’ottava inizia con il segno più

Avvio di settimana positivo per la Borsa di Milano, spinta dall’ottimismo sul quadro macro portato dall’accelerazione delle campagne vaccinali. Sul Ftse Mib, che ha chiuso in rialzo dell’1,16% a 24.419,97 punti, sono solo due i titoli con il segno meno: STMicrolectronics (-1,43%) e Diasorin (-0,28%).

alternate text

Borsa Milano chiude positiva, denaro su Stm

La borsa di Milano incrementa i guadagni dopo la BCE chiudendo in solido territorio positivo. L’istituto guidato da Christine Lagarde ha confermato di voler accelerare lo shopping di titoli nel secondo trimestre e ribadito che il costo del denaro sarà confermato sui livelli attuali fino a quando l’inflazione non si porterà “saldamente su un livello sufficientemente prossimo ma inferiore al 2%".

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza