cerca CERCA
Domenica 26 Settembre 2021
Aggiornato: 23:48
Temi caldi

Borsa Milano

alternate text

Piazza Affari rimbalza, Ftse Mib senza segni meno

Dopo l’anticipazione arrivata ieri, oggi è stato il giorno del rimbalzo delle borse europee dopo il sell-off registrato in avvio di settimana. Alla vigilia del meeting della Banca Centrale Europea, il nostro Ftse Mib ha registrato un rialzo del 2,36% fermandosi a 24.675,61 punti mentre lo spread Btp-Bund ha segnato un -1,6% a 113 punti base.

alternate text

Borsa Milano in rosso, prese di beneficio sulle banche

Seduta all’insegna della debolezza per Piazza Affari che, dopo un inizio in positivo, ha ritracciato in scia delle prese di beneficio sui titoli del comparto bancario. Dopo i forti guadagni delle ultime sedute, BPER Banca ha terminato con -4,8% e la controllante Unipol è scesa del 3,83%.

alternate text

Borsa Milano in parità, banche in fermento

Dopo esser stata penalizzata in avvio di ottava dallo stacco cedole, Piazza Affari ha terminato la seduta in parità (+0,01% a 24.892,9 punti). A Milano, in particolare evidenza troviamo l’accoppiata BPER Banca - Banco BPM, in rialzo rispettivamente del +2,21 e dell’1,33 per cento.

Ftse Mib in rosso, sale lo spread

Seduta in deciso territorio negativo per le borse europee che, in attesa della pubblicazione dei verbali dell’ultima riunione della Federal Reserve, si sono trovate, come spesso accade negli ultimi tempi, a dover fronteggiare i timori di inflazione.

alternate text

Ftse Mib inizia l’ottava con il segno più

In un contesto europeo che ha iniziato l’ottava all’insegna della debolezza, il Ftse Mib ha fatto registrare la performance migliore chiudendo a 24.862,68 punti, +0,39% rispetto al dato precedente. Nuovo segno più per lo spread con i titoli made in Germany, salito del 2,3% a 118 punti base.

alternate text

Piazza Affari, l’ottava inizia con il segno più

Avvio di settimana positivo per la Borsa di Milano, spinta dall’ottimismo sul quadro macro portato dall’accelerazione delle campagne vaccinali. Sul Ftse Mib, che ha chiuso in rialzo dell’1,16% a 24.419,97 punti, sono solo due i titoli con il segno meno: STMicrolectronics (-1,43%) e Diasorin (-0,28%).

alternate text

Borsa Milano chiude positiva, denaro su Stm

La borsa di Milano incrementa i guadagni dopo la BCE chiudendo in solido territorio positivo. L’istituto guidato da Christine Lagarde ha confermato di voler accelerare lo shopping di titoli nel secondo trimestre e ribadito che il costo del denaro sarà confermato sui livelli attuali fino a quando l’inflazione non si porterà “saldamente su un livello sufficientemente prossimo ma inferiore al 2%".

alternate text

Borsa, banche affossano il Ftse Mib

Il comparto bancario spinge al ribasso il listino di Piazza Affari. Giornata decisamente negativa per il nostro Ftse Mib, in rosso del 2,44 a 24.088,65 punti base. Andamento speculare per lo spread Btp-Bund, salito a 104 punti base, penalizzata dalle forti vendite che hanno colpito il comparto bancario: Banco Bpm ha chiuso con un -5,61%, Intesa Sanpaolo ha segnato un -2,81% ed UniCredit un -5,16%.

alternate text

Borsa Milano sopra la parità, Diasorin mette il turbo

Avvio di settimana all’insegna della prudenza per le borse europee in attesa delle indicazioni che a partire da mercoledì arriveranno dalle trimestrali USA. A Piazza Affari, dove il Ftse Mib si è fermato a 24.457,18 punti (+0,11%). spicca il balzo messo a segno dalle azioni Diasorin, salite del 9,63%.

alternate text

Borsa Milano chiude piatta, Nexi in evidenza

Seduta all’insegna della cautela per le borse del Vecchio continente nel giorno della valutazione dell’Agenzia europea per i farmaci del vaccino sviluppato da AstraZeneca. L’EMA ha rilevato un collegamento tra la somministrazione del vaccino del gruppo anglo-svedese e casi “molto rari” di trombosi. Si tratta di conseguenze, ha rilevato il Comitato per la sicurezza dell'EMA, che dovrebbero essere elencate come effetti collaterali molto rari.

alternate text

Borsa Milano in parità, ancora denaro su Telecom Italia

La prima seduta della settimana di Piazza Affari si chiude in sostanziale parità. Nonostante l’ottimismo che circonda la campagna vaccinale, che nelle prossime settimane potrebbe far registrare un’accelerazione, e le buone nuove in arrivo da un Canale di Suez ormai sbloccato, nella prima seduta della settimana il comparto bancario europeo si è trovato a fronteggiare le possibili perdite legate alla crisi dell'hedge fund Archegos Capital.

alternate text

Borsa Italiana piatta, focus sulla Federal Reserve

Seduta interlocutoria per l’azionario del Vecchio Continente in attesa del responso della due giorni di riunioni della Federal Reserve. Gli operatori si attendono conferme sulla prosecuzione dell’attuale politica monetaria anche in presenza di decisi rialzi dei prezzi e sulla volontà, se le condizioni dovessero aggravarsi, di controllare la curva dei rendimenti.

alternate text

Borsa Milano inizia la settimana poco mossa

In positivo nella prima parte, Piazza Affari nel corso del pomeriggio si è trovata a fare i conti con un avvio all’insegna della debolezza dei listini a stelle e strisce. Indicazioni positive sono arrivate dalla Cina, dove gli aggiornamenti relativi produzione industriale e vendite al dettaglio hanno evidenziato incrementi del 35,1 e del 33,8 per cento annuo. Nonostante si tratti di numeri da prendere con le pinze, a febbraio 2020 in Cina iniziava il lockdown, i numeri sono risultati migliori del...

alternate text

Piazza Affari parte in quarta, CNH Industrial spicca il volo

Avvio di settimana in rally per la Borsa di Milano, spinta dai titoli del comparto energetico, dai bancari e da un comparto industriale in cui spicca il balzo messo a segno da CNH Industrial. Le azioni di quest’ultima, salite del 7,56%, hanno capitalizzato le trattative con la cinese FAW per la cessione di Iveco e l’annuncio dell’acquisizione di una quota di minoranza in Monarch Tractor, i cui trattori combinano motore elettrico e tecnologie per la guida autonoma.

alternate text

Borsa Milano in rosso, bene il comparto oil

Seduta altalenante per la Borsa di Milano nonostante i nuovi rialzi del greggio e le indicazioni arrivate dal mercato del lavoro Usa. In corrispondenza della chiusura delle contrattazioni in Europa, il future con consegna maggio sul Brent passa di mano a 68,7 dollari, +3% rispetto al dato precedente (+4,17% ieri e +2,19% due giorni fa). Il prezzo del petrolio si muove in scia della decisione annunciata ieri dall’Opec+, che ha confermato l’attuale livello produttivo.

alternate text

Borsa Milano chiude in rosso, denaro sulle banche

Seconda parte in ritirata per le borse europee, spinte al ribasso, come del resto anche Wall Street, dalle indicazioni preliminari relative l’andamento del mercato del lavoro statunitense. In attesa dei dati ufficiali in calendario venerdì, a febbraio il settore privato statunitense ha evidenziato un incremento delle buste paga di 117 mila unità, decisamente inferiore rispetto alle circa 200 mila unità del consenso e della precedente rilevazione.

alternate text

Borsa Milano chiude piatta, spread a 100pb

Seduta senza slancio per le borse europee che, partite positive, hanno perso verve con l’avvicinarsi dell’avvio degli scambi a Wall Street. Le vendite di bond governativi, che stanno producendo un rialzo dei rendimenti, hanno spinto lo spread Btp-Bund in quota 100 punti base (una settimana fa il nostro decennale rendeva lo 0,65%, oggi lo 0,78%).

alternate text

Borsa Milano chiude positiva, +9% di Telecom Italia

Seduta all’insegna della cautela, ma comunque positiva, per le borse europee. Sempre alle prese con l’innalzamento dei rendimenti nel comparto obbligazionario, che potrebbero complicare i piani espansivi delle banche centrali, i listini del Vecchio continente sono riusciti a chiudere sopra la parità.

alternate text

Borsa Milano chiude negativa, rally di Atlantia

La prima seduta della settimana dei listini europei si è chiusa con il segno meno. Come nell’ottava precedente, la propensione al rischio si è trovata a fare i conti la risalita dei rendimenti dei titoli obbligazionari e con le nuove varianti del virus.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza