cerca CERCA
Mercoledì 04 Agosto 2021
Aggiornato: 13:18
Temi caldi

Congresso Washington

alternate text

Assalto Congresso, piedi su scrivania Pelosi e un biglietto: identificato 'Bigo'

Si chiama Richard “Bigo” Barnett, ha 60 anni e vive in Arkansas uno dei sostenitori di Donald Trump che hanno fatto irruzione ieri notte nel Congresso che si è fatto fotografare con i piedi sulla scrivania di Nancy Pelosi. Sulla quale è stato poi lasciato un messaggio minaccioso, scritto su una cartellina: "Noi non ci ritireremo". Ad identificarlo sono stati, sulla base delle fotografie che ieri i rivoltosi hanno pubblicato sui social facendo poi il giro del mondo, i media locali, come il Democra...

alternate text

Ashli Babbitt, chi è la sostenitrice di Trump morta nell'assalto al Congresso

Si chiama Ashli Babbitt la sostenitrice di Trump uccisa da un colpo d’arma da fuoco durante l’assalto a Capitol Hill. La donna, veterana dell'aeronautica militare, il giorno prima aveva annunciato su Twitter la sua partecipazione alla manifestazione, spiegando che "niente ci fermerà". "Possono provarci quanto vogliono, ma la tempesta è qua e si abbatterà su Washington in meno di 24 ore. Dal bui alla luce", si legge nel post.

alternate text

Trump: "Transizione sarà ordinata, nostra lotta è all'inizio"

"Anche se sono totalmente in disaccordo con i risultati delle elezioni, e i fatti mi danno ragione, ci sarà comunque una transizione ordinata il 20 gennaio". Lo afferma il presidente Usa Donald Trump in una dichiarazione riportata dalla Cnn dopo che il Congresso ha certificato la vittoria di Joe Biden.

alternate text

Enrico Letta: "Trump ha tentato il golpe"

"Trump è un golpista. Come tale andrebbe trattato". Sono le parole di Enrico Letta che in una serie di tweet si esprime sull'assalto al Congresso andato in scena dopo una manifestazione di sostenitori di Donald Trump a Washington.

alternate text

Washington, assalto al Congresso: ci sono 4 morti

E' salito a quattro morti il bilancio degli scontri che si sono registrati al Congresso, a Washington, preso d'assalto ieri dai sostenitori di Donald Trump. Lo rende noto il capo della polizia di Washington Robert Contee, spiegando che tra i morti c'è una donna colpita d'arma da fuoco.

alternate text

Clinton: "Incendio acceso da Trump e 4 anni di veleni"

"Oggi abbiamo assistito ad un assalto senza precedenti al nostro Campidoglio, alla nostra Costituzione e al nostro Paese". Lo ha detto Bill Clinton affermando che "questo assalto è stato sostenuto da oltre quattro anni di una politica di veleni, di deliberata diffusione di disinformazione, di sfiducia nel nostro sistema e di odio tra gli americani". E poi ha puntato il dito contro il presidente Trump: "il fiammifero è stato acceso da Donald Trump e dai suoi più ardenti facilitatori, compresi molt...

alternate text

'Polizia non ferma la folla verso Congresso' - video

'La polizia fa passare i manifestanti'. L'assalto al Congresso a Washington viene documentato da una valanga di video che spuntano sui social. Un filmato, in particolare, si diffonde e rimbalza da un profilo all'altro trasformandosi in un atto d'accusa nei confronti della polizia. Le immagini mostrano la rimozione di una transenna e il passaggio di decine di persone, che avanzano mentre pochi agenti assistono senza compiere apparentemente nessuna azione. Il video è diventato l'assist per criticar...

alternate text

Trump e il video censurato dai social

"Sono elezioni rubate, ma ora andate a casa in pace". E' l'appello che Donald Trump, con un video su Twitter, invia ai manifestanti che hanno invaso il Congresso. La clip viene rimossa dopo alcune ore da Twitter, che imita il provvedimento preso anche da Facebook e Youtube. "So che state soffrendo, le elezioni ci sono state rubate. E' stata una elezione" vinta "a valanga, lo sanno tutti e specialmente dall'altra parte. Ma ora dovete andare a casa, dobbiamo avere pace, ordine e dobbiamo rispettare...

alternate text

Assalto al Congresso, Bush: "Repubblica delle banane"

"Così è come vengono contestati i risultati elettorali nella repubblica delle banane". Così George Bush condanna con forza l'irruzione a Capitol Hill dei sostenitori di Donald Trump, una scena che l'ex presidente repubblicano descrive come "disgustosa" e "sconvolgente". Pur non citando direttamente Trump, è evidente che Bush considera lui, ed gli altri esponenti repubblicani che oggi ci accingevano a contestare al Congresso la vittoria di Joe Biden, responsabili.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza