cerca CERCA
Venerdì 16 Aprile 2021
Aggiornato: 21:33
Temi caldi

Firenze coppia fatta a pezzi

alternate text

Firenze, coppia fatta a pezzi: ex del figlio "potrebbe uccidere ancora"

Elona Kalesha, accusata dell'omicidio e dell'occultamento dei cadaveri dei coniugi albanesi Shpetim e Teuta Pasho, genitori del suo ex fidanzato Taulant, deve restare in carcere, per il giudice, non solo perché esiste "il pericolo di fuga" in Albania ma anche e soprattutto perché c'è il pericolo "concreto e attuale" di reiterazione "di nuovi reati della stessa specie".

alternate text

Firenze, coppia fatta a pezzi: ex fidanzata del figlio resta in carcere

C'è il "pericolo di fuga" e per questo resta in carcere Elona Kalesha, la donna albanese di 36 anni, in stato di fermo da martedì scorso accusata dell'omicidio, del vilipendio e dell'occultamento dei cadaveri dei coniugi albanesi Shpetim e Teuta Pasho, 54 e 52 anni, genitori del suo ex fidanzato Taulant, 33 anni, scomparsi nel novembre 2015 da Firenze. I resti fatti a pezzi della coppia dallo scorso 10 dicembre e nei giorni successivi sono stati rinvenuti in 4 valigie abbandonate in un campo a ri...

alternate text

Firenze, coppia fatta a pezzi: trovate tracce sulla scena del crimine

Il Ris sulla scena del crimine a Firenze per cercare di risolvere compiutamente il giallo dei coniugi albanesi, Shpetim e Tauta Pasho, i cui cadaveri fatti a pezzi sono stati ritrovati nei giorni scorsi in quattro valigie. E' terminato oggi intorno alle 17.30, dopo quasi dieci ore, il sopralluogo dei tecnici del Reparto Investigazioni Scientifiche dell'Arma dei Carabinieri nell'appartamento di via Felice Fontana, nel quartiere fiorentino di Novoli, dove viveva Elona Kalesha, la 36enne albanese, e...

alternate text

Firenze, coppia fatta a pezzi: arrestata ex fidanzata del figlio

Svolta nelle indagini sul duplice omicidio dei coniugi albanesi, Shpetim e Teuta Pasho, 54 e 52 anni, smembrati all'interno di quattro valigie, ritrovate per caso nei giorni scorsi in un campo a ridosso della recinzione perimetrale posteriore del carcere fiorentino di Sollicciano, lungo la superstrada Firenze-Pisa-Livorno (Fi-Pi-Li).

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza