cerca CERCA
Sabato 08 Maggio 2021
Aggiornato: 13:17
Temi caldi

Galli

alternate text

Covid, Galli: "Nuovi casi non paragonabili a prima ondata"

“Rispetto alla prima grande ondata non c’è nulla di paragonabile: c’è un modesto stillicidio di casi da ricovero, ma non situazioni gravi in persone fragili, come nei mesi passati”. Lo afferma Massimo Galli in un’intervista al Corriere della Sera, precisando che “i nuovi contagi riguardano soprattutto i giovani che raramente vanno incontro a una malattia grave. Anzi, spesso sono asintomatici. Il problema è che diventano un serbatoio di infezione e possono spargere il virus alla vecchia zia, per d...

alternate text

Covid, Galli: "Servono più tamponi"

"Bisogna aumentare il numero dei tamponi sui casi sospetti. Non si capisce perché ne facciamo circa il 60% rispetto a Francia e Germania. Dopo tutto questo tempo non è possibile che sia ancora così complicato ottenere un test purchessia, un problema ormai proverbiale in particolare in Lombardia". A dirlo Massimo Galli, direttore di Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, intervistato da 'la Repubblica' sull'aumento dei contagi nel nostro Paese. Ieri sono stati registrati 642 nuovi casi ...

alternate text

Galli: "Più test si fanno, meglio è"

"Più test si fanno, meglio è, in questo momento in cui la situazione non è del tutto tranquilla". Lo afferma Massimo Galli, direttore di Malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano, commentando a SkyTg24 l'iniziativa di alcune Regioni di eseguire tamponi e test sui vacanzieri di rientro dai Paesi particolarmente colpiti da Covid. "Ben vengano questi test", afferma Galli richiamando però l'attenzione anche sui focolai presenti in Italia.

alternate text

Covid, Galli: "Contagi d'importazione ma anche molti sommersi nel Paese"

I contagi di Covid-19 non sono solo d'importazione ma c'è anche molto sommerso nel Paese. Ne è convinto Massimo Galli, primario infettivologo del Sacco di Milano. "Chiudere i confini implicherebbe danni molto grossi al turismo e non sarebbe affatto facile. Dobbiamo convivere con i contagi d'importazione. E consideriamo che ne abbiamo moltissimi sommersi anche all'interno del Paese", spiega in un'intervista al Giornale.

alternate text

Covid, Galli: "Virus da fuori? Ne abbiamo di più in casa"

"Abbiamo ancora più virus in casa di quello che arriva da fuori". Lo afferma Massimo Galli, direttore di Malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano, parlando del problema dei migranti e dei casi d'importazione a SkyTg24. "Siamo in un mondo globalizzato, l'epidemia è arrivata in Italia dalla Germania, e si trattava di un ceppo cinese. Certo, dobbiamo stare attenti a ciò che arriva da Messico, Stati Uniti, Est europeo, Bangladesh" e dalle altre aree più duramente colpite da Covid-19, "ma abbi...

alternate text

'A\Way Together', da 3 big dell'infettivologia la strada contro le sfide future del sistema sanitario

Tecnologia, medicina territoriale, prevenzione. E' una 'ricetta' fatta di tre ingredienti chiave quella proposta dai tre protagonisti del progetto 'A\Way Together', promosso da Janssen che ha coinvolto tre 'big' dell'infettivologia e della virologia con l'obiettivo di "immaginare insieme 'una strada comune' per affrontare le prossime sfide del sistema sanitario, a partire dagli insegnamenti appresi durante la pandemia" di Covid-19. L'idea alla base dell'iniziativa è che "medici e operatori sanita...

alternate text

Galli: "Problema migranti positivi al Covid esiste"

“Come ha dimostrato la nave da crociera Diamond Princess che era ben diversa da una imbarcazione come quelle in cui si possono trovare i migranti, trattenere le persone lì è il modo migliore perché l’infezione si diffonda in maniera notevole. Quella nave da crociera, ricordiamo, ha provocato oltre 700 infettati e ha avuto un numero riproduttivo basale spaventoso da questo punto di vista”. Lo dice intervistato dal Messaggero, Massimo Galli, direttore di Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Mi...

alternate text

Galli: "Virus corre grazie a superdiffusori"

"In questa pandemia sembra sempre più evidente il ruolo dei super diffusori (anche asintomatici) che rende più facile la permanenza del virus e la sua possibilità di circolazione". Lo afferma intervistato dal 'Corriere della Sera' il primario del reparto di Malattie infettive III dell’Ospedale Sacco di Milano, Massimo Galli, di fronte alla crescita continua in tutto il mondo delle infezioni da coronavirus. Sulla chiusura dei voli da alcuni Paesi, dice che "è stato un atto quasi dovuto, perché dob...

alternate text

Galli: "Virus più buono? Illustri colleghi dicono sciocchezze"

“Un virus diventato buono? No, il solito virus, magari con qualche mutazione che non lo rende più tranquillo”. Il professor Massimo Galli, direttore del reparto Malattie Infettive all’ospedale Sacco di Milano, sbotta a Cartabianca. “Quarant’anni di studio, qui si continua a parlare. Gli esperti dicono una cosa e l’opposto. Miei illustri colleghi si sono improvvisati una competenza su virus e epidemia, venendo magari da fantastici curricula da altri campi. Io non mi metto a fare l’oncologo o il ne...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza