cerca CERCA
Sabato 12 Giugno 2021
Aggiornato: 21:54
Temi caldi

Giulio Regeni

alternate text

Regeni, genitori: "Denuncia contro governo per vendita armi a Egitto"

"Assieme alla nostra legale abbiamo predisposto un esposto-denuncia contro il governo italiano per violazione della legge 185/90, che vieta l'esportazioni di armi verso Paesi, i cui governi sono responsabili di gravi violazioni dei diritti umani accertati dai competenti organi dell'Ue, dell'Onu e del Consiglio d'Europa e il governo egiziano rientra certamente tra quelli che si sono macchiati di queste violazioni". Lo hanno annunciato Paola e Claudio Regeni, i genitori di Giulio, a Propaganda Live...

alternate text

Caso Regeni, vertice a Palazzo Chigi con Conte e ministri

A quanto apprende l'Adnkronos, c'è stato questa mattina un vertice a Palazzo Chigi sul caso Regeni tra il premier Giuseppe Conte, il ministro agli Affari esteri Luigi Di Maio, la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese e il responsabile della Difesa Lorenzo Guerini. Nel corso della riunione è stata sollevata la questione dei rapporti con l'Egitto.

alternate text

Regeni, l'ambasciatore Masset replica ad Augias

"Ho grande rispetto per Corrado Augias". Lo ha scritto in un tweet l'ambasciatore francese a Roma, Christian Masset, in risposta al giornalista, che in un editoriale pubblicato oggi su Repubblica, ha annunciato che restituirà la Legion d'Onore concessagli dalla Francia in memoria di Giulio Regeni, in polemica per il riconoscimento concesso da Emmanuel Macron al presidente egiziano. "La Francia è in prima linea per i diritti umani e non fa compromessi. Più casi sono stati discussi durante la visit...

alternate text

Regeni, Augias: "Restituisco Legion d'Onore, ma disposto a rivedere giudizio"

Corrado Augias conferma che domani andrà all'Ambasciata di Francia per restituire le insegne della Legion d'onore. "Ho la massima simpatia per l'ambasciatore francese a Roma - dice all'Adnkronos commentando il tweet dell'ambasciatore francese Masset - e la frase con cui chiude il tweet mi fa pensare che nei tanti cassetti della diplomazia forse Macron ha messo anche un 'cassetto' riservato alla memoria di Regeni: se così fosse vedremo nei prossimi giorni cosa accadrà e in quel caso sarò disposto ...

alternate text

Caso Regeni, 5 anni di indagini tra silenzi e depistaggi Egitto

Sono passati quasi cinque anni dall’omicidio di Giulio Regeni, rapito, torturato e ucciso in Egitto. Cinque anni di indagini sulla morte del ricercatore friulano che la Procura di Roma ha portato avanti nonostante i depistaggi e le mancate risposte del Cairo alle richieste degli inquirenti italiani. c

alternate text

Caso Regeni, la mamma di Giulio: "Lotta va avanti, Conte e Di Maio cosa fanno?"

"Qualche tempo fa nessuno avrebbe pensato che saremmo arrivati dove siamo oggi. E' una tappa importante nella ricerca delle verità ma anche per la democrazia italiana e non solo. Nessuno ci avrebbe scommesso, noi invece scommettiamo che ce ne saranno altre anche perché noi non ci fermiamo". Lo ha detto Paola Deffendi, madre di Giulio Regeni, collegata via streaming alla conferenza stampa che si è svolta alla Camera sulla chiusura dell'inchiesta della procura di Roma sul sequestro e la morte del r...

alternate text

Regeni, "seviziato per giorni fino a morte"

Seviziato con acute sofferenze fisiche "in più occasioni ed a distanza di più giorni". E’ quanto emerge nell’atto di conclusione delle indagini con cui la Procura di Roma, con il procuratore capo Michele Prestipino e il pm Sergio Colaiocco, contestano al maggiore Magdi Ibrahim Abdelal Sharif, oltre al reato di sequestro di persona pluriaggravato, anche il concorso in lesioni personali aggravate e in omicidio aggravato.

alternate text

Caso Regeni, inchiesta chiusa: quattro 007 egiziani verso processo

La Procura di Roma ha chiuso le indagini sul caso dell’omicidio Giulio Regeni, il ricercatore friulano rapito, torturato e ucciso nel 2016 in Egitto. A due anni dall’iscrizione nel registro degli indagati degli 007 egiziani appartenenti alla National Security, avvenuta il 4 dicembre 2018, il procuratore capo Michele Prestipino e il sostituto Sergio Colaiocco, che in questi anni ha seguito l’inchiesta, hanno rispettato la deadline sulla chiusura dell’indagine contestando, a seconda delle posizioni...

alternate text

Caso Regeni, Camera proroga durata commissione inchiesta

La Camera ha prorogato con 451 voti e favore e un contrario, la durata, fino al 3 ottobre 2021, dei lavori della commissione di inchiesta sulla morte di Giulio Regeni, fermo restando il termine, nei successivi due mesi, per la redazione della relazione conclusiva sui risultati dell'indagine.

alternate text

Caso Zaki, Amnesty: "Italia ritiri ambasciatore"

L’Italia deve manifestare "segnali di profonda scontentezza" all’Egitto con il " ritiro temporaneo dell’ambasciatore Cantini" e "sospendendo la fornitura delle due fregate". Amnesty Italia, dopo l’ennesimo no alla liberazione di Patrick Zaki da parte dell’Egitto, parlando con l’Adnkronos, va oltre la delusione. Il portavoce Riccardo Noury vede un filo rosso tra la vicenda di Giulio Regeni e Zaki: "Sono due vicende legate dallo scarso impegno delle istituzioni italiane con lodevoli eccezioni, pens...

alternate text

Caso Regeni, Di Stefano: "Esercitiamo pressione massima a ogni livello"

"La presenza del nostro ambasciatore è fondamentale. Sono certo che arriveranno progressi a breve". Lo ha dichiarato il sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano, secondo cui ritirare l'ambasciatore dal Cairo non è la soluzione giusta per rendere giustizia a Giulio Regeni. "La pressione è già massima e la stiamo esercitando con ogni mezzo e a ogni livello, ma per farlo occorre esserci e farsi sentire", ha precisato in un'intervista al Dubbio.

alternate text

Caso Regeni, Boldrini: "Italia ritiri ambasciatore e blocchi vendita navi"

"Ci si attendeva finalmente collaborazione da parte delle autorità egiziane per la ricerca della verità sull’assassinio di Giulio Regeni, e invece questa collaborazione continua a non esserci e si arriva perfino ad atti di vera e propria provocazione, come quelli di aver inviato in Italia abiti che non appartenevano a lui e a ipotizzare di nuovo che Giulio fosse una spia". Lo dichiara Laura Boldrini deputata del Partito Democratico.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza