cerca CERCA
Sabato 15 Maggio 2021
Aggiornato: 22:06
Temi caldi

Mario Cerciello Rega

alternate text

Carabiniere ucciso, cc in aula: "Bendai Hjorth per calmarlo"

"Volevo riportare alla calma Natale, per questo l’ho bendato". A dirlo Fabio Manganaro, il carabiniere che bendò Natale Hjorth nella caserma del Nucleo investigativo di via in Selci poco dopo il fermo, sentito come testimone assistito, poiché indagato in un procedimento connesso per misura di rigore non consentita dalla legge, nel corso dell’udienza del processo per l’omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega ucciso a coltellate il 26 luglio dello scorso anno a Roma. "Il bendaggio - ha spi...

alternate text

Omicidio Cerciello, "due le coltellate fatali"

Così il medico legale Antonio Grande, oggi al processo che vede imputati per concorso in omicidio volontario Finnegan Lee Elder e Gabriele Natale Hjorth : "Undici lesioni, tutte simili tra loro"

alternate text

Cerciello, un anno fa l'omicidio del vicebrigadiere

Il 26 luglio del 2019 il delitto nel quartiere Prati a Roma. Il carabiniere, in servizio con il collega Andrea Varriale, accoltellato a poche centinaia di metri dall'albergo dove alloggiavano due giovani americani, Finnegan Lee Elder e Christian Gabriel Natale Hjorth, arrestati poche ore dopo il delitto. Il processo entra nel vivo: in aula teste e perizie. La vedova all'Adnkronos: "Non infangare eroi come Mario". Venerdì scorso la fiaccolata in ricordo del carabiniere

alternate text

Omicidio Cerciello, suocero sviene in aula durante udienza

L'uomo colto da un malore mentre viene fatta ascoltare la telefonata dei soccorsi nella notte dell'omicidio. Il collega: "Senza pistola per praticità". Per la perizia psichiatrica, "Edler capace di intendere e volere" al momento dell'omicidio

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza