cerca CERCA
Mercoledì 28 Luglio 2021
Aggiornato: 16:10
Temi caldi

Mediterraneo

alternate text

Libia, comandante Operazione Irini: "Pronti a fare nostra parte su monitoraggio del cessate il fuoco"

"Una Libia stabile dovrebbe davvero essere l'obiettivo di tutti, perché aumenterebbe la sicurezza nella regione, migliorerebbe le condizioni di vita delle popolazioni che si affacciano sul Mediterraneo e anche la loro economia e questo aiuterebbe anche a regolare e ridurre i flussi migratori. Nel Mediterraneo centrale, nello svolgimento dei compiti previsti, l'operazione Irini ha sviluppato una solida esperienza nelle attività di monitoraggio non solo in mare, ma anche in aria e a terra. Inoltre,...

Riscaldamento degli oceani, "record nel 2020"

Lo studio di un team internazionale di scienziati tra cui ricercatori italiani dell’Ingv e dell’Enea: il Mediterraneo è il bacino che evidenzia il tasso di riscaldamento maggiore negli ultimi anni

alternate text

Mediterraneo di plastica, 230 mila tonnellate sversate ogni anno

Secondo il Report "Mare Plasticum: The Mediterranean" dell’Unione Mondiale per la Conservazione della Natura (Iucn), oltre 230mila tonnellate di plastica vengono scaricate ogni anno nel Mar Mediterraneo e l’Italia, insieme a Egitto e Turchia, è tra i tre principali responsabili. Non è un caso se l’80% dei rifiuti spiaggiati e monitorati sulle spiagge italiane è di plastica.

alternate text

Mare: a Roma gli 'stati generali', dal 22 al 25 ottobre a Ostia

Dal 22 al 25 ottobre a Roma la Rassegna del Mare, la manifestazione organizzata dall’associazione Mareamico (nel 2020 festeggia 30 anni), che quest’anno giunge alla XXIX edizione. L’appuntamento è all'Ostia Antica Park Hotel con quattro giorni di dibattiti e confronto per approfondire questioni ecologiche ed economiche, con interventi di esperti, politici e addetti ai lavori italiani e dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo e dell’Unione Europea.

alternate text

Mare: appello Wwf ai Paesi del Mediterraneo, salvate gli squali

In occasione della Giornata Mondiale degli Squali (Shark Awareness Day) che si celebra il 14 luglio, il Wwf fa appello a tutti i Paesi mediterranei affinché agiscano con urgenza per migliorare l’informazione e la consapevolezza tra i pescatori, rafforzare i controlli e assicurare un adeguato sistema di segnalazione delle catture di squali e razze. E sui suoi canali social (Facebook, Instagram, Twitter e Youtube) lancia una maratona per informare sull’importanza degli squali per l’ecosistema marin...

alternate text

Blue Deal, transizione energetica punta sul Mediterraneo

Al via il progetto europeo ‘Blue Deal’ per portare nei Paesi mediterranei tecnologie e soluzioni su misura per sfruttare l’energia dal mare, con la partecipazione di 13 partner, tra cui Enea e Università di Siena (coordinatore), provenienti da Italia, Spagna, Cipro, Grecia, Albania, Croazia e Malta.

alternate text

Animali: a rischio gli squali nel Mediterraneo

Il 14 luglio si celebra la giornata mondiale degli squali, dedicata ai pesci cartilaginei, predatori all’apice della catena alimentare con un importantissimo ruolo all’interno degli ecosistemi marini, che si trovano oggi in uno stato di conservazione molto precario a causa dell’uomo. Secondo l’International union for conservation of nature (Iucn), oltre il 30% delle specie di pesci cartilaginei è minacciato e 39 delle 73 specie fortemente a rischio sono nel Mar Mediterraneo.

alternate text

Alarm Phone: "47 persone in pericolo, alla deriva da giorni"

"Questa mattina, 47 persone in pericolo ci hanno chiamato da una barca in zona SAR europea. Sono fuggiti dalla Libia e dicono di essere in mare già da diversi giorni. Dicono di essere alla deriva. Le autorità competenti sono informate. Serve immediato soccorso!". Lo scrive Alarm phone su Twitter. "Le autorità di Malta e Italia rifiutano di nuovo le loro responsabilità di ricerca e soccorso. Rcc Malta non risponde neanche al telefono - dicono - Le 47 persone in pericolo sono in mare da 3 giorni se...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza