cerca CERCA
Lunedì 19 Aprile 2021
Aggiornato: 14:23
Temi caldi

Oms pandemia

alternate text

Team Oms verso Wuhan per cercare origini covid, Cina non 'apre'

La Cina non apre con prontezza alla missione dell'Oms, destinata a raggiungere Wuhan per condurre sulle origini del coronavirus. Si dice "deluso" dal governo cinese il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Oggi - ha affermato in conferenza stampa a Ginevra - abbiamo appreso che i funzionari cinesi non hanno ancora perfezionato le autorizzazioni necessarie per l'arrivo della squadra di esperti in Cina" per esaminare le origini del Covid-19...

alternate text

Covid, Oms: "Non sarà ultima pandemia"

"La storia ci dice che Covid-19 non sarà l'ultima pandemia. Dobbiamo impegnarci" ora "e investire per essere preparati, in modo che i nostri figli ereditino un mondo più sicuro e sostenibile". Lo ha sottolineato il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, in un videomessaggio su twitter per la prima Giornata mondiale di preparazione alle epidemie, che si celebra oggi.

alternate text

Covid, 65 casi all'Oms nel 2020: "Ma non è cluster"

"Per chiarire, dopo le notizie diffuse in queste ore, posso dire che ci sono stati 65 casi di Covid-19 nello staff dell'Organizzazione mondiale della sanità dall'inizio dell'anno, e solo 5 la scorsa settimana: non c'è un cluster nell'Organizzazione. Si sta indagando se i casi sono collegati fra loro, ma si tratta di tutti soggetti asintomatici o paucisintomatici, che vengono seguiti a casa". Lo ha precisato Maria Van Kerkhove, a capo del gruppo tecnico dell'Organizzazione mondiale della sanità pe...

alternate text

Covid, Oms: "Virus appare mutato, infezione da visoni in Danimarca"

I casi di infezione da coronavirus contratto dai visoni in Danimarca preoccupano anche l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms). "Siamo a conoscenza di segnalazioni dalla Danimarca di un certo numero di persone infettate da coronavirus dai visoni, con alcune modifiche genetiche nel virus. Siamo in contatto con le autorità danesi per saperne di più", fa sapere l'Oms in un tweet.

alternate text

Oms: "Coronavirus stabile e muta lentamente"

Il nuovo Coronavirus sta mutando in maniera abbastanza lenta se paragonato ad altri virus. Ad affermarlo è stata Maria Van Kerkhove, a capo del gruppo tecnico dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. "Stiamo vedendo che il virus è relativamente stabile anche se è necessario analizzare le sequenze del genoma del Coronavirus in diversi paesi per capire quali cambiamenti siano importanti", ha dichiarato in una conferenza stampa.

alternate text

Coronavirus, Oms: "Ospedali Milano impegnati al massimo"

Se tutta l'Europa fa i conti con l'aumento dei contagi di Covid-19, fra i Paesi che segnalano "alti tassi di ospedalizzazione" l'Organizzazione mondiale della sanità, nel suo ultimo report, segnala "l'Italia, dove gli ospedali di Milano sono impegnati al massimo e sono state riaperte le strutture temporanee per gestire la pressione sul sistema sanitario".

alternate text

Oms: aumento contagi esponenziale, allarme Europa

Allarme rosso Covid-19 in Europa, la pandemia di coronavirus corre. "Il numero di nuovi casi e decessi segnalati nella regione europea sta aumentando in modo esponenziale, con un +36% e +37% di casi e decessi rispetto alla settimana precedente, l'aumento più elevato registrato in una sola settimana in questa regione". A segnalarlo è l'Organizzazione mondiale della sanità, che aggiunge come, per la seconda settimana consecutiva, la Regione Europea ospiti la maggior parte dei nuovi casi, con oltre ...

alternate text

Oms: "Pandemia accelera in Europa, si rischia tsunami di casi"

"C'è stata una seria accelerazione dei casi di Covid in Europa. Il 46% di tutti i casi nel mondo la scorsa settimana veniva dall'Europa, come pure un terzo dei morti globali". Lo ha sottolineato il direttore per le emergenze dell'Organizzazione mondiale della sanità, Michael Ryan, aggiungendo però che "l'Europa probabilmente è riuscita ad evitare la terza guerra mondiale dunque, anche se non è facile, con un approccio coerente può controllare il virus".

alternate text

Ranieri Guerra (Oms): "Virus galoppa, tre strade per gestire epidemia"

"Abbiamo tre diverse strade per arrivare a gestire questa epidemia: il vaccino, gli anticorpi monoclonali e una diagnostica più rapida". Lo ha evidenziato Ranieri Guerra, direttore vicario dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e componente del Comitato tecnico scientifico (Cts), in una intervista all'Adnkronos.

alternate text

Ranieri Guerra (Oms): "Con Covid scene già vissute con la polio"

"C'erano in passato respiratori automatici per i bambini colpiti dalla poliomielite che andavano incontro a paralisi devastanti della muscolatura respiratoria, i famosi 'polmoni d'acciaio' ce li ricordiamo e ci sono fotografie che rappresentano parte della storia della polio. Sono cose che non vogliamo rivedere ma purtroppo invece abbiamo rivisto con gli intubati in terapia intensiva per Sars-Cov-2. Per fortuna la dimensione è più gestibile e meno definitiva di quanto sia stata la polio. L'approc...

alternate text

Oms: "Dobbiamo pensare a prossima pandemia, ci sarà"

"Nell'emisfero Nord stiamo vedendo tendenze preoccupanti: vediamo un aumento del numero di casi e dei ricoveri ospedalieri, e un aumento dei ricoveri in terapia intensiva e non abbiamo ancora iniziato la stagione influenzale. La crescita di altri patogeni respiratori complicherà il quadro, inciderà sulle nostre attività di risposta e su un sistema di test già stressato. La buona notizia è che abbiamo un vaccino antinfluenzale. Noi enfatizziamo l'uso del vaccino antinfluenzale per l'emisfero sette...

alternate text

Covid, Oms: "Mondo impreparato a pandemia"

"Covid-19 ha dimostrato che tutto il mondo era tristemente poco preparato" a una pandemia. E ha dimostrato che "indipendentemente dal fatto che i Paesi siano ricchi o poveri, i loro sistemi sanitari possono essere completamente sopraffatti e i servizi essenziali possono andare in crisi. Abbiamo bisogno del mondo intero per rafforzare la preparazione. Tutti i paesi devono collaborare e investire per garantire che una pandemia di questa portata e gravità non si verifichi mai più. Con il giusto impe...

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza