cerca CERCA
Venerdì 26 Febbraio 2021
Aggiornato: 17:06
Temi caldi

Piazza Affari

alternate text

Borsa Milano chiude positiva, +9% di Telecom Italia

Seduta all’insegna della cautela, ma comunque positiva, per le borse europee. Sempre alle prese con l’innalzamento dei rendimenti nel comparto obbligazionario, che potrebbero complicare i piani espansivi delle banche centrali, i listini del Vecchio continente sono riusciti a chiudere sopra la parità.

alternate text

Milano in rosso, Atlantia ancora in evidenza

Nonostante un inizio in positivo, anche la seduta odierna dei listini europei è stata caratterizzata dalle tensioni relative l’andamento dei prezzi al consumo, che potrebbe portare ad una fine anticipata delle politiche di stimolo.

alternate text

Ftse Mib in rosso, spread a 99pb

Seduta con il segno meno per le borse europee, alle prese con l'incremento dei rendimenti obbligazionari e con le nuove varianti del virus, che potrebbero ulteriormente rallentare il processo di normalizzazione economica. Nel nostro Paese riflettori sempre puntati sul governo Draghi che, dopo aver incassato un’ampia fiducia al Senato, oggi si trova a fronteggiare il voto della Camera.

alternate text

Ftse Mib in rialzo, spread stabile

La settimana di Piazza Affari inizia con un rialzo. I rally registrati dai titoli del comparto energetico, il Brent nelle ultime cinque sedute è salito di quasi cinque punti percentuali mentre rispetto a un mese fa guadagna il 15%, e da quelli del comparto bancario hanno permesso al Ftse Mib di terminare la prima seduta della settimana a 23.604,31 punti, +0,83% rispetto al dato precedente.

alternate text

Ftse Mib chiude la settimana in rialzo

Le borse europee chiudono in positivo una seduta altalenante. Sopra la parità anche il listino milanese, sempre alle prese con le consultazioni per la formazione del nuovo governo. Alle 19 il premier incaricato Mario Draghi si recherà dal presidente della Repubblica per presentare la lista dei ministri.

alternate text

Ftse Mib sopra la parità, spread scende ancora

Nuova seduta all’insegna della cautela per i listini europei, sempre alle prese con le questioni relative i vaccini e l’andamento della crescita economica. Oggi la Commissione europea ha rivisto al ribasso la stima sull’incremento del Pil nel 2021 al 3,8% e l’Agenzia internazionale dell’energia ha ridotto la view sul consumo di petrolio nell’anno corrente di 200 mila barili al giorno.

alternate text

Borsa Milano debole, Mediobanca svetta dopo i conti

Nuova seduta all’insegna della prudenza per le borse europee, in calo nella seconda parte in scia dell’avvio negativo di Wall Street. A Piazza Affari, dove il Ftse Mib ha terminato con un -0,15% a 23.264,68 punti, spicca il +3% di Mediobanca dopo la presentazione dei conti. L'istituto di Piazzetta Cuccia, le cui azioni hanno fatto registrare la performance migliore sul listino delle blue chip, ha chiuso il secondo trimestre con un utile netto di 211 milioni di euro, in aumento rispetto ai 197 mil...

alternate text

Le banche spingono la Borsa di Milano, petrolio in evidenza

Continua l’ottimo momento di Piazza Affari che, dopo l’incremento di oltre 7 punti percentuali messo a segno nella scorsa ottava, anche oggi ha chiuso in rally. Andamento speculare per lo spread con i titoli tedeschi, sceso in avvio di settimana del 2% a 96 punti, base. Secondo gli analisti di Morgan Stanley il differenziale di rendimento Italia-Germania a fine anno dovrebbe attestarsi in quota 80-85 punti base.

alternate text

Ftse Mib sopra 23 mila, spread sotto 100

Anche l’ultima seduta della settimana dei listini europei si è chiusa con il segno più: nelle ultime cinque sedute l’Euro Stoxx 50 ha segnato un incremento superiore ai 5 punti percentuali e per il nostro Ftse Mib l’ottava è andata ancora meglio con un rialzo di oltre 7 punti percentuali.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza