cerca CERCA
Domenica 02 Ottobre 2022
Aggiornato: 08:22
Temi caldi

Pil

alternate text

**Pil: Upb alza stima 2022 al 3,2% e taglia 2023 allo 0,9%**

''Alla luce dei cambiamenti avvenuti negli ultimi mesi'', l’Upb modifica le sue previsioni sull’andamento dell’economia italiana nel biennio 2022-23. Le stime relative al 2022 migliorano di tre decimi, dal 2,9% elaborato lo scorso aprile al 3,2%, ''in virtù dei favorevoli andamenti del primo semestre, che ha beneficiato di una politica di bilancio espansiva''. E' quanto si legge nella nota sulla congiuntura di agosto dell'Ufficio parlamentare di bilancio. La previsione sul 2023, invece, ''subisce...

alternate text

Mur, strategia italiana per spesa allo 0,7% del Pil dopo Pnrr

È stato pubblicato il documento finale del Tavolo tecnico istituito dal ministro dell’Università e della ricerca Maria Cristina Messa con l’obiettivo di elaborare la Strategia italiana in materia di ricerca fondamentale. Lo rende noto il Mur. “Certezza, stabilità e continuità dei finanziamenti sono pilastri imprescindibili per un Paese come l’Italia che ha tutte le carte in regola per continuare a scrivere importanti pagine nel campo della ricerca a livello internazionale”, ha detto il ministro M...

alternate text

Moody's 'raffredda' Italia, stima Pil 2022 tagliata a 2,3%

Nuova 'sforbiciata' delle stime di crescita dell'Italia che - secondo l'agenzia Moody's - quest'anno dovrebbe limitarsi a +2,3% contro il +3,2% delle stime precedenti. Nell'aggiornamento del Global Macro Outlook 2022-23 - in cui abbassa al 3,1% la ripresa del Pil del G20 (era a +3,6% a marzo) l'agenzia segnala per il nostro paese un impatto negativo legato alla contrazione dei redditi provocata dalla crescita dell'inflazione (che nel 2022 dovrebbe toccare il 6% per poi scendere il prossimo anno a...

alternate text

Sud, dal 2007 scomparse 800mila persone, l'allarme di Confcommercio

"Dal 2007 ad oggi sono scomparse dal Sud 800mila persone; anche il Nord presenta oggi qualche problema, molto meno accentuato, sul piano dei flussi interni". A sottolinearlo è Mariano Bella, direttore ufficio studi Confcommercio al convegno "Il Pnrr e il Mezzogiorno che verrà" che si svolge a Bari. "Fino agli anni ‘90 l’emigrazione da Sud a Nord allargava la base produttiva delle Regioni italiane più ricche e produttive, oggi dal Nord stesso si emigra verso altri Paesi" precisa il direttore.

alternate text

Buzzella (Confindustria Lombardia): "Italia rischia crisi, agire su cuneo fiscale ed energia"

Aumentare gli sforzi e le pressioni per arrivare alla pace in Ucraina. Perché, oltre al costo in termini di vite umane, la guerra sta erodendo l'economia europea e italiana. Nel frattempo, per ridurre i danni all'economia, il governo italiano deve intervenire sul cuneo fiscale per ridare potere d'acquisto alle famiglie e sostenere con misure più incisive le imprese energivore, in forte sofferenza per l'aumento del prezzo dell'energia. "Condivido la linea del presidente del Consiglio Mario Draghi"...

alternate text

Fabbro (Anir Confindustria): 'invisibili anche se rappresentiamo fetta importante pil'

"Rappresentiamo la fetta più importante del pil, ma siamo invisibili: la pubblica opinione non conosce il settore dei servizi. Esiste tutto un grande mercato che viene ignorato ed è un servizio di pubblica utilità organizzato da imprese private". A dirlo Massimiliano Fabbro, presidente Anir Confindustria, intervenendo al talk & masterclass ‘Mercato, regole e libera concorrenza, buone prassi per le imprese dei servizi industriali’, organizzato da Anir (Associazione nazionale imprese ristorazione c...

alternate text

Pil, Franco: "cresciamo poco perché non valorizziamo giovani"

''I giovani emigrano perché cresciamo poco, di converso cresciamo poco perché non valorizziamo i giovani. Tutto questo si accentua nelle regioni meridionali''. Lo afferma il ministro dell'Economia, Daniele Franco, intervenendo con un videomessaggio al convegno dei giovani imprenditori 'Spazi. Costruire oltre le distanze'.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza