cerca CERCA
Venerdì 30 Settembre 2022
Aggiornato: 01:42
Temi caldi

Sciopero

alternate text

Taxi: sciopero sindacati 5-6 luglio, no resa stralcio ddl concorrenza

Nessun passo indietro, nessuna resa: serve solo lo stralcio dell'articolo 10 del ddl Concorrenza. E' un fronte comune, amplissimo, quello dei tassisti che oggi hanno confermato lo sciopero per il 5 e il 6 luglio prossimi e che martedì saranno in piazza della Repubblica a Roma per far sentire la propria voce. "Lo sciopero farà da spartiacque riguardo al destino dei tassisti. E' una risposta ferma e irremovibile indirizzata a chi pensa di svendere il nostro lavoro e la funzione di servizio pubblic...

alternate text

Salari, Landini rinnova allarme: "Rischio implosione sociale"

“E’ il momento di assumere precise decisioni politiche per impedire che in autunno queste cose rischino di caderci addosso: se l’inflazione aumenta e se i salari rimangono questi, è chiaro che c’è il rischio che la situazione imploda e che sul piano sociale diventi insostenibile”. Cosi’ il leader Cgil, Maurizio Landini, a margine del convegno “Le ragioni della Pace” rinnova la richiesta al governo per una politica che porti piu’ salario in busta paga. A preoccupare il sindacato anche gli annunci ...

alternate text

Maltese (Anm Palermo): "Sciopero sofferto, adesione al 50 per cento"

A Palermo solo la metà dei giudici ha aderito allo sciopero proclamato dall'Anm contro la riforma della giustizia Cartabia. "Siamo al 50 per cento di astensione, lontani dai numeri dell'altro sciopero", dice all'Adnkronos Clelia Maltese, presidente dell'Anm di Palermo che non asconde un po' di delusione. "Forse si ritiene che non saremmo ascoltati e si ritiene lo sciopero inutile - spiega la giudice - per noi è uno sciopero sofferto, tanto è vero che continuiamo a lavorare, ma era l'unico modo pe...

alternate text

Sciopero Anief nella scuola: "Sbloccare contratto già scaduto"

Domani sciopero Anief nella scuola. "È il terzo proclamato dal più giovane sindacato tra i rappresentativi dopo quello del primo giorno di lezione in ogni regione e del 10 dicembre scorso. Dal 3 febbraio, giorno in cui il ministro Bianchi ha incontrato le parti sociali per illustrare l'atto di indirizzo, nessuna notizia in Aran per le trattative di un contratto già scaduto. Allo stato attuale, sono previsti se si sblocca il tavolo 2 mila euro di arretrati e cento euro di aumenti in media da genna...

Manovra: Rosato, 'sciopero incomprensibile, distribuisce risorse a redditi bassi'

“Giudico incomprensibile lo sciopero contro una manovra che in una fase di pandemia e di crisi economica distribuisce tante risorse: credo sia sbagliato cavalcare la protesta di fronte ad un governo che inverte la rotta e dà più soldi ai redditi più bassi e abbassa le tasse in generale, tra l’altro in un momento in cui sarebbe meglio non fare manifestazioni”. Lo ha detto Ettore Rosato, vicepresidente della Camera dei Deputati e presidente di Italia Viva, a "MattinaLive", il morning show in onda s...

alternate text

Sciopero, Meritocrazia Italia:'sia il momento del dialogo'

"È indetto per il prossimo 16 dicembre uno sciopero generale di otto ore. Lo sciopero, libertà fondamentale d’espressione del dissenso e del disagio, non rappresenti un’ulteriore occasione di scontro, deleteria in un momento storico nel quale sarebbe più utile alimentare il dialogo e collaborare per la ricostruzione. Meritocrazia Italia chiede alle Istituzioni di aprirsi all’ascolto e di favorire il confronto con tutte le parti sociali. È giunto il momento della coesione, della responsabilità e d...

alternate text

Taxi, sciopero 24 novembre: a Napoli garantiti e gratuiti servizi per fasce deboli

A Napoli in occasione dello sciopero generale dei taxi previsto per mercoledì 24 "saranno garantiti e gratuiti i servizi essenziali per le fasce deboli a questi numeri: 0818888, 0812222, 0810101, 0816969". Ad annunciarlo in una nota congiunta sono Confail, Federtaxi, Orsa Taxi, Siltnapoli Taxi, Sitan-Atn, Stn, Ugl Taxi, Unica Taxi, Unimpresa mobilità, Uritaxi, Usb Taxi, Uti.

alternate text

Scioperi: Covid congela proteste in 2020 ma Tpl guida classifica, la relazione del Garante

Effetto lockdown sugli scioperi nei servizi pubblici essenziali: nel 2020 infatti sono state proclamate complessivamente 1.473 astensioni dal lavoro; 873 in meno rispetto al 2019 che aveva registrato 2.346 proteste. Un numero che si riduce ulteriormente al netto dell'effetto annuncio. A seguito di interventi del Garante o per effetto di revoche spontanee infatti i 1.473 scioperi proclamati scendono complessivamente a 895, in drastico calo rispetto ai 1.463 registrati l'anno precedente. A fotograf...

alternate text

protocollo anti-caporalato per rider ma venerdì 24 ore sciopero, vogliamo contratto

Un passo avanti verso la legalità anche se la strada per un contratto vero appare ancora lunga e tortuosa: il protocollo contro il caporalato, l’intermediazione illecita e lo sfruttamento lavorativo nel settore del food delivery, firmato oggi da Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Assodelivery, infatti, tenta di arginare l'illegalità nel settore ma non può risolvere il nodo a monte della partita, e cioè la definizione di un contratto nazionale con cui riconoscere ai rider un rapporto di lavoro dipendente con ...

alternate text

Scioperi, nel 2019 oltre 2 mila nei servizi pubblici essenziali

Nel 2019 sono aumentati, seppure in maniera lieve, gli scioperi nei servizi pubblici essenziali: 2.345 rispetto alle 2.101 del 2018. Ma sul piano concreto, tra revoche spontanee da parte dei sindacati e interventi della Commissione, le astensioni dal lavoro effettivamente effettuate sono scese a circa la metà: 1.462 rispetto ai 1.384 dell’anno precedente. E' la Relazione del Garante degli scioperi, Giuseppe Santoro-Passarelli, presentata oggi al Parlamento, ad evidenziarlo.

alternate text

Blocco licenziamenti, governo cerca mediazione

Il governo è al lavoro per trovare una mediazione sulla proroga del blocco dei licenziamenti che possa accompagnare il prolungamento della Cig per Covid ben oltre il 31 gennaio prossimo, almeno fino al 20 marzo. E sul tema, su cui ieri si era sfiorato lo scontro con Cgil Cisl e Uil, i ministri Catalfo e Patuanelli hanno sondato le imprese, soprattutto Confindustria che fino ad oggi non ha mai condiviso le politiche di emergenza messe in campo dal governo.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza