cerca CERCA
Sabato 29 Gennaio 2022
Aggiornato: 02:51
Temi caldi

UniCredit

alternate text

Banco Bpm: nel nuovo piano utili oltre 1 miliardo nel 2024

Un utile netto di 1,05 miliardi di euro nel 2024, con una crescita annua del 33,4%. E di 740 milioni nel 2023. E proventi netti di 4,6 miliardi a fine periodo e solidi livelli di patrimonializzazione, con un Cet1 al 14,4%. Sono alcuni degli obiettivi del nuovo piano industriale del gruppo Banco Bpm, approvati oggi dal consiglio di amministrazione. La posizione patrimoniale della banca e la generazione di capitale consentiranno di garantire una remunerazione per gli azionisti con un dividend payou...

alternate text

Mps, Rivera (Mef): "Tante ipotesi possibili sul futuro ma Stato deve uscire da capitale"

''Astrattamente tante sono le ipotesi che si possono fare sul futuro del Mps, ma qualunque sia l'ipotesi su cui s può ragionare, deve necessariamente contemplare che lo Stato non sia nel capitale della banca. Siamo nella banca in virtù si un aiuto di Stato e l'auto di Stato deve essere temporaneo. Siamo vincolati ad uscire''. Lo sottolinea il direttore generale del Tesoro, Alessandro Rivera, rispondendo alle domande dei parlamentari, in un'audizione congiunta delle Commissione Finanze di Camera e...

alternate text

Mps: Ruocco: "chiedere subito a Ue proroga termini, bene Mef che ha messo paletti"

"Ora la strada maestra è quella di chiedere subito a Bruxelles una proroga dei termini per avere dei margini temporali per affrontare il dossier". Ad affermarlo all'Adnkronos è Carla Ruocco, presidente della Commissione d'inchiesta sulle banche ed esponente del Movimento 5 Stelle dopo che le trattative tra il Mef e Unicredit iniziate a luglio sulla potenziale acquisizione di Mps sono state oggi ufficialmente interrotte. "Avevamo già chiesto nei mesi scorsi una proroga dei termini per i negoziati ...

**Mps: negoziato Unicredit-governo verso stop, 'impossibile rispetto condizioni luglio'**

Il governo e Unicredit si preparerebbero ad annullare i negoziati su Mps dopo che gli sforzi per raggiungere un accordo sarebbero falliti. Più che sul capitolo ricapitalizzazione, la difficoltà sarebbe legata al rispetto delle condizioni accordate tra le parti a luglio scorso. "Le condizioni fissate a luglio non verrebbero soddisfatte, quindi si rischia che possa saltare l'operazione", dice una fonte all'Adnkronos. "La stessa due diligence ha fatto emergere problematiche complesse e quindi entram...

alternate text

Piazza Affari in rialzo, UniCredit in evidenza

Torna il segno più sulle borse europee. Dopo il sell-off della seduta di ieri, i listini del Vecchio continente sono tornati a crescere in scia dei segnali di stabilizzazione in arrivo dal comparto obbligazionario e da quello energetico.

alternate text

Piazza Affari positiva, rally di UniCredit

Ai mercati piace l’esito del voto tedesco. Avvio di settimana con il segno più per le borse europee che, messe temporaneamente da parte le tensioni in arrivo dalla Cina, si sono concentrate sull’esito del voto nella prima economia europea.

alternate text

Piazza Affari positiva, denaro su UniCredit

Nonostante la debolezza del comparto industriale, la seduta di Piazza Affari si è chiusa con il segno più. All'indomani dell'audizione del Ministro Franco, UniCredit ha terminato con un +2,54% ed MPS ha segnato un +4,85%.

alternate text

Piazza Affari, Unicredit e Mps salgono in vista delle nozze

Chiusura di settimana e di mese sotto la parità per Piazza Affari, dove a monopolizzare l’attenzione ci ha pensato la notizia delle trattative in esclusiva tra UniCredit (+2,8%) ed il Ministero dell’economia per le attività commerciali di Banca Mps (+3,35%).

alternate text

Unicredit, al via trattative per fusione con Mps

Unicredit apre le trattative per una possibile fusione con Banca Monte dei Paschi di Siena. Il gruppo guidato da Andrea Orcel e il Ministero dell'Economia e delle Finanze, azionista di maggioranza di Mps, hanno approvato i presupposti e le condizioni per una potenziale operazione sulle attività commerciali della banca senese, attraverso la definizione di un perimetro selezionato e di misure per mitigare i rischi. E avvieranno le trattative in esclusiva per verificare la fattibilità dell’operazion...

alternate text

Sostenibilità, UniCredit e Sace per i progetti di Coripet

Coripet, consorzio volontario senza fini di lucro, costituito da produttori, converter e riciclatori di bottiglie in Pet, ha ottenuto un finanziamento di 2 milioni di euro, sostenuto dalla Garanzia Green di Sace ed erogato da UniCredit. La liquidità ottenuta dal consorzio con sede a Milano, riconosciuto dal ministero dell’Ambiente nell’aprile 2018 e pienamente operativo dal secondo semestre 2020, verrà utilizzata per incrementare l’acquisto e l’installazione di eco-compattatori su tutto il territ...

alternate text

Ftse Mib chiude in rialzo e vede i 26mila punti

Avvio di settimana decisamente positivo per la borsa di Milano. Grazie al +0,99% registrato nella prima seduta della settimana, il Ftse Mib ha chiuso a 25.824,71 punti e messo ufficialmente nel mirino la soglia dei 26 mila punti, toccata per l’ultima volta a inizio ottobre 2008.

alternate text

Borsa, l’ottava del Ftse Mib si chiude in positivo

Grazie al buon andamento dei titoli del comparto industriale e finanziario, l’ultima seduta della settimana della Borsa di Milano si è chiusa in territorio positivo. Il miglioramento del sentiment degli operatori è da ricondurre al ritorno degli acquisti sulle borse Usa, alle indicazioni positive arrivate dall’economia reale e, soprattutto, alle rassicurazioni sulla prosecuzione della politica monetaria espansiva arrivate dai banchieri centrali.

alternate text

Borsa, Ftse Mib sopra la parità, spread stabile

Nonostante le indicazioni decisamente maggiori delle stime arrivate dall’inflazione a stelle e strisce, che avvicinano il processo di normalizzazione della politica monetaria (anche se la Federal Reserve ha più volte garantito che i rialzi vanno considerati temporanei), le borse europee hanno terminato la seduta con il segno più.

alternate text

Piazza Affari chiude debole, spread in aumento

Seduta all’insegna della debolezza sui listini europei, in fervente attesa delle indicazioni che domani sera arriveranno da Washington al termine della due giorni di riunioni della Federal Reserve.

alternate text

Borsa, Ftse Mib poco mosso, spread in aumento

Chiusura di poco sotto la parità per la borsa di Milano nel giorno del via libera del Consiglio dei Ministri al Documento di economia e finanza e alla richiesta di un nuovo scostamento di bilancio per 40 miliardi di euro.

alternate text

Borsa, Ftse Mib e spread in rosso

Le vendite sui titoli del comparto bancario e di quello energetico spingono al ribasso la borsa di Milano. All’interno del primo comparto, che fa registrare una debolezza generalizzata anche nel resto d’Europa, spicca l’andamento negativo di UniCredit (-3,36%), il -2,15% di Banco Bpm ed il -1,63% di Intesa Sanpaolo.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza