cerca CERCA
Lunedì 02 Agosto 2021
Aggiornato: 03:00
Temi caldi

Vaccino Covid Italia

alternate text

Vaccino covid Moderna autorizzato dall'Aifa

L'Agenzia italiana del farmaco Aifa ha autorizzato il vaccino anti Covid Moderna nei soggetti di età pari o superiore a 18 anni. La notizia è stata diffusa al termine della riunione Commissione tecnico scientifica dell'agenzia che ha dato il parere positivo al dossier, sottolineando il "rapporto rischio/beneficio del vaccino particolarmente favorevole nella popolazione a maggiore rischio", e ha stabilito il regime di fornitura per l’immissione in commercio.

alternate text

Burioni: "Giovedì mi vaccino, scienza ha fatto un miracolo"

"Finalmente! Giovedì 7 verrò vaccinato qui al San Raffaele contro il covid-19". Lo annuncia Roberto Burioni con un tweet. "Grazie a tutti i volontari, ricercatori, medici, produttori e trasportatori che hanno reso possibile questo miracolo che mai e poi mai avrei immaginato potesse avvenire così velocemente!", scrive il virologo.

alternate text

Covid, dottoressa non riceve pazienti vaccinati: "Contagiosi per 42 giorni"

Una dottoressa naturopata bersaglio di critiche sui social perché, si legge in un post su Facebook, non riceverà per i "42 giorni di quarantena" i pazienti che hanno ricevuto il vaccino anti Covid. La decisione, spiega la dottoressa, si sarebbe resa "estremamente" necessaria "sia per me che per tutti i miei pazienti che non intendono vaccinarsi", a causa della fatto che "chi farà il vaccino Covid-19 è contagioso per 42 giorni dalla 1° somministrazione".

alternate text

Iss: "Vaccino non può causare il Covid"

Può il vaccino causare il Covid? A rispondere 'no' sono gli esperti dell'Istituto superiore di sanità, nella nuova sezione del sito dedicata al vaccino contro Covid-19, con le principali Faq, le fake news e le attività dell'Iss. "Una eventuale malattia Covid-19 successiva alla vaccinazione - chiariscono - può essere causata solo da una infezione naturale del virus, contratta indipendentemente dal vaccino".

alternate text

Scuola, Zampa: "Inutile riaprire per poi chiuderla di nuovo"

Sul fronte riapertura della scuola "lo scenario davanti a noi è preoccupante, questi ragazzi stanno pagando un prezzo altissimo. Se non ci sono le condizioni è inutile aprire la scuola per poi chiuderla di nuovo". Così la sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa, ospite questa mattina a 'Radio anch'io' su Radio Rai1.

alternate text

Vaccino covid, Andreoni: "Copertura 70% diventa miraggio"

"Con il programma attuale rischiamo di arrivare all’estate con una vaccinazione sulla popolazione che è inferiore al 30%. E la copertura al 70% diventa un miraggio". E' la posizione che il professor Massimo Andreoni, Direttore della clinica di malattie infettive del Policlinico Tor Vergata di Roma e direttore scientifico della Simit (Società italiana di malattie infettive e tropicali), illustra al quotidiano il Messaggero. "Il problema della vaccinazione non è arrivato improvvisamente. È una ques...

alternate text

Vaccino covid, Arcuri: "E' presto per consuntivi"

"Sono passati solo 4 giorni dall'inizio della campagna, è davvero presto e sarebbe strumentale fare già consuntivi. Sono certo che lo spirito di collaborazione che abbiamo messo in campo porterà rapidamente ad azzerare queste asimmetrie" tra le regioni. Sono le parole del commissario straordinario Domenico Arcuri in una lettera pubblicata su il Corriere della Sera. "Non servono astrazioni o pregiudizi. Quell'epopea di rinascita e rigenerazione non basta invocarla. Dobbiamo tutti contribuire affin...

alternate text

Vaccino covid, Galli: "Non ci siamo, arrivare presto a regime"

"Non ci siamo, siamo in difficoltà come chiunque". Sono le parole del professor Massimo Galli, responsabile di malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano, che a Mattino 5 si esprime così sulle prime fasi della campagna di vaccinazione contro il coronavirus. "Tutto quello che è mobilitabile a sostegno della campagna vaccinale deve essere mobilitato. Non c'è luogo al mondo in cui si dica 'vacciniamo tutti, non c’è problema'. In tutti i sistemi sanitari occidentali non è mai stata attuata una ...

alternate text

Vaccino Covid, Rasi: "Al momento non c'è emergenza dosi"

Sulle dosi di vaccino anti covid "in questo momento non mi sembra ci sia una situazione di emergenza. Intanto, bisogna vedere se gli Stati saranno in grado di assorbire le dosi già a disposizione". Lo afferma Guido Rasi, docente di Microbiologia all’università Tor Vergata ed ex direttore esecutivo dell'Agenzia europea del farmaco (Ema), a 'Timeline' su Sky Tg24. "Complessivamente la pianificazione mi sembra valida, quello che sarà il momento della verità - spiega - è vedere, dopo quattro o sei se...

alternate text

Galli: "Campagna vaccini in ritardo, richiamare medici in pensione"

La campagna di vaccinazioni contro l'epidemia da Covid stenta a decollare e “non nascondo che la situazione che stiamo vivendo mi preoccupa. Con tutta la possibile chiarezza nell'illustrare vantaggi e necessità della profilassi, credo che sarà comunque molto difficile condurre la campagna vaccinale se non si tiene conto che in tutta Italia il personale sanitario è duramente provato e difficilmente può farsi carico di altro lavoro straordinario, particolarmente in Lombardia. Credo si debba essere ...

alternate text

Vaccino Covid, a che punto sono le regioni

Vaccino Covid, in Italia finora sono state somministrate 109.454 dosi. Non tutte le regioni sono partite il 27 dicembre alla stessa velocità. Il Lazio si aggiudica la prima posizione per il numero di somministrazioni effettuate, il 48,5% del totale (22.225 vaccini); seguito da P.A. di Trento che ha eseguito 2.242 vaccinazioni su 4975, dunque il 45,1%; Veneto con 15687 dosi, equivalenti al 40,3% delle totali 38.900 dosi ricevute; Toscana che ha fatto il 37,7% dei vaccini, cioè 10.545 su 27.920 e P...

alternate text

Bassetti: "Insulti e minacce da no-vax, tempi bui per Italia"

"Ho passato buona parte della mia giornata, dopo essere rientrato dall’ospedale, a cancellare insulti e a bannare profili Facebook falsi. Sono stato insultato, minacciato e deriso da no-vax e gente ignorante che non meriterebbe neanche di stare sulle piattaforme social". Lo denuncia su Facebook, direttore della Clinica Malattie Infettive dell'Ospedale San Martino, che fa un appello a chi gestisce il social network "perché intervenga a tutela della scienza e delle informazioni della medicina che v...

alternate text

Covid, Sileri: "Tutti i vaccini disponibili entro 6 mesi"

"Verosimilmente, nel corso del primo semestre del 2021 progressivamente tutti i vaccini saranno disponibili". Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute, si esprime così sulla campagna di vaccinazione appena partita e finora legata solo al vaccino Pfizer, l'unico approvato dall'Ema. "Il vaccino arriverà, ci saranno dosi scaglionate. Quando i vaccini saranno tutti approvati, le dosi saranno anche superiori alle esigenze della popolazione italiana. Verosimilmente, nel corso del primo semestre del ...

alternate text

Vaccino covid, Ordine medici: "Per no vax possibile radiazione"

"I medici no vax sono quelli che negano la validità del vaccino. Questo è incompatibile con la professione. Non è una cosa possibile. I medici sono parte integrante della comunità scientifica. In questi casi l'Ordine interviene comminando sanzioni, che arrivano anche alla radiazione. Molti medici no vax - in passato - sono stati radiati". Così all'Adnkronos Salute il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici e degli Odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli, che fa però un distin...

alternate text

Vaccino Pfizer, quando e a chi: le fasi della vaccinazione

Dall'arrivo del vaccino anti covid Pfizer in Italia, sono oltre 46mila le persone che hanno già ricevuto la prima somministrazione del siero. Circa 470mila le dosi consegnate nel nostro Paese al 30 dicembre scorso. A vaccinarsi sono soprattutto operatori sanitari nella fascia di età compresa fra i 50 e i 59 anni. Ma come funzionano le fasi del programma di vaccinazione italiano, chi ha la precedenza e a chi è adatto o meno il siero? A rispondere sono Ministero della Salute e Aifa.

alternate text

Coronavirus, in Italia vaccinate oltre 63.250 persone

Sono 63.263 in totale le persone vaccinate in Italia fino a questo momento. Di questi, 36.997 sono donne e 26.366 uomini. Il totale delle dosi consegnate è 479.700. Questi i dati del report somministrazione vaccini anti Covid 19, fornito dagli uffici del commissario straordinario all'emergenza coronavirus Domenico Arcuri.

ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza